LAZZATE – Una comunicazione stringata, solo poche righe, che però rivestono una grande importanza per la comunità Lazzatese. L’Associazione D&G Research ha comunicato l’immediata cessazione del progetto di accoglienza legato ai primi quattro, e finora unici, richiedenti protezione internazionale giunti a Lazzate nel mese di agosto. Questo significa che, con decorrenza immediata ad oggi, è da considerarsi chiuso il centro di accoglienza insediato a insaputa di amministrazione e cittadinanza, proprio nel cuore del Borgo di Lazzate.

Ne da notizia il Sindaco Loredana Pizzi: “Abbiamo ricevuto una breve comunicazione dall’associazione, crediamo che abbia giocato un ruolo decisivo l’atteggiamento fermo dell’amministrazione comunale e la reazione decisa della popolazione, contraria a questo progetto di presunta accoglienza imposta dall’alto.”

Cosa ci si potrà aspettare per il futuro immediato non è ancora chiaro, ma l’Assessore alla sicurezza Andrea Monti cerca di fare un primo punto della situazione: «Incassiamo questa prima vittoria, constatando che per una volta possiamo dire che non vince la prepotenza e l’arroganza di chi vuol imporre progetti di questo tipo all’insaputa di tutti e calpestando la stessa amministrazione comunale. Ma non è ancora finita – ammonisce Monti – perché è chiaro che l’intenzione dell’Associazione sarà quello di attivare nuovamente in futuro il centro. Per questo chiediamo al Prefetto di convocarci immediatamente, al fine di informarci sulle intenzioni future e darci la possibilità di illustrare tutti i punti di contrarietà e di difformità degli immobili, rispetto a quell’attività, che abbiamo più volte ribadito negli ultimi mesi. Attendiamo fiduciosi”.

Se da una parte non si può dire di aver scritto la parola «fine» a questa vicenda, dall’altra si può segnare sicuramente un punto a favore dell’amministrazione leghista di Lazzate, tra le poche ad aver affrontato a testa alta e senza timori reverenziali le ire del Prefetto.

15 COMMENTI

  1. Ottima notizia ora andare fino in fondo per cessare del tutto questa farsa….solo business!

  2. Aspettiamo con ansia il solito commento volgare e di bassa cultura del mitico non residente a Lazzate

  3. Questo per chi pensa che non si puo opporsi alle decisioni di altri ( prefetto etc) , oppure che si e obbligati ad accogliere
    Per ora hanno vinto i lazzatesi che protestavano

  4. Grazie all”amministrazione di lazzate e a tutti i miei concittadini per il risultato ottenuto .
    Mi auguro possa avvenire lo stesso a livello nazionale nel prossimo futuro
    Non lasciamo mai far pensare che possano prendere decisioni sopra le nostre teste senza considerarci perché noi siamo cittadini e non solo quando paghiamo le imposte

  5. Grazie all”amministrazione di lazzate e a tutti i miei concittadini per il risultato ottenuto .
    Mi auguro possa avvenire lo stesso a livello nazionale nel prossimo futuro
    Non lasciamo mai far pensare che possano prendere decisioni sopra le nostre teste senza considerarci perché noi siamo cittadini e non solo quando paghiamo le imposte

  6. GRAZIE LAZZATE …… un grande risultato che potrà fare da traino ad altre iniziative a livello nazionale

  7. Ben fatto! Sarebbe bello che lo stesso avvenisse a Saronno, ma noi abbiamo troppi cattocomunisti in giro… però, provare non nuoce!

  8. Strano, dove sono quelli che deridevano le proteste, davano dei razzisti, etc, ……possibile non intervengano?

  9. Grazie Lazzate con il tuo comportamento hai smascherato tutti quei sindaci che non hanno avuto il coraggio di rifiutare di firmare l’accordo per l’ospitalità…..becera scusa solo per compiacere la leadership sinistro clericale!

  10. Finalmente qualcuno con le palle. Altri comuni dovrebbero prendere da esempio Lazzate, perché non se ne può più!! Agli immigrati spettano tutti i diritti a noi tutti i doveri!!

  11. Voltare pagina, cambiare subito le ammirazioni comunali complici del business dell’accoglienza smascherati dal comune di Lazzate, ancora grazie ai Lazzatesi definirei eroi per aver difeso il bene comune contro lo strapotere sinistro clericale!

Comments are closed.