SARONNO – Oltre un migliaio di persone si sono radunate oggi pomeriggio alle 14,45 per l’ultimo saluto al 16enne Alessandro Masini e al 15 Matteo Carnelli morti, con il 21enne Davide Greco, nell’incidente avvenuto venerdì sera in viale Lombardia poco prima dell’intersezione con via Como. Erano da poco passate le 22,30 quando la Fiat Punto su cui viaggiavano è stata colpita dal camion carico di sale guidato da un 25enne di Uboldo. Unico ad uscire vivo dall’auto il 22enne al volante che ha riportato la frattura di 8 costole ed una prognosi di 30 giorni.

Tantissimi gli amici presenti a partire dai compagni di classe del Prealpi, a quelle gli istituti Orsoline e Sant’Agnese e una delegazione di calciatori dell’Inter guidata da Andrea Ranocchia e da quella del Milan. Entrambe le società di cui i ragazzi erano tifosi hanno voluto essere presenti anche coi propri labari. Prima dell’inizio dell’omelia sono stati i compagni di classe a portare una rosa bianca all’altare tra le due bare e a mettervi una sciarpa dell’Inter e una maglia del Milan. Tra le autorità presenti il primo cittadino di Rovello Porro Paolo Pavan, il sindaco di Saronno Alessandro Fagioli con la vice Pier Angela Vanzulli gli assessori Gianpietro Guaglianone e Francesco Banfi.

Davanti alle bare anche i due gonfaloni listati a lutto circondati da centinaia di fiori bianchi arrivati da amici, famigliari e dalle spocietà sportive dalla Us Rovellese alla Robur.

La funzione è stata concelebrata dai sacerdoti di Saronno e Rovello ma a tenere l’omelia è stato don Federico Bareggi che ha approfitto della presenza di centinaia di giovani per invitare a riflettere sul dono della vita. Come del resto ha fatto il prevosto monsignor Armando Cattaneo in una lettera distribuita prima dell’inizio della messa a tutti i ragazzi.

“In questo momento il dolore è talmente grande che non ci sono parole da dire. Piangono le famiglie, gli amici, gli insegnati e gli allenatori. E con noi piange anche Dio per questa immensa tragedia. Matteo, così esuberante e ribelle, e Alessandro così amato e osservatore sono insieme anche ora, sono qui con noi presenti. Ci guardano dall’alto un po’ come vedevo fare ad Alessandro quando sono stato il suo insegnate alle Orsoline. In ultima fila non per disattenzione ma per non perdere nulla di quello che succede”. Ed ha concluso: “Quando sono nati, sia Matteo sia Alessandro, piangevano e intorno a loro c’erano parente e amici sorridenti: oggi ci sono tantissime persone che li piangono e speriamo che loro siano sereni e nella gioia a prendersi cura di chi li ha amati”. Non è mancato un appello: “Voi cari ragazzi che siete tristi per queste vite spezzate pensate a quante persone soffrono, pensate a quanto sia preziosa la vostra vita. E grazie per il vostro dolore e per la vicinanza alla famiglia. Non c’è nulla che possa lenire il dolore ma possiamo far sentire loro che non sono soli”.

Dopo il ricordo dei familiari che hanno sottolineato “la vita breve ma intensa” dei due inseparabili ragazzi l’uscita delle bare dalla Prepositurale. Malgrado la presenza di oltre un migliaio di persone un silenzio irreale ha accompagnato l’arrivo delle salme su sagrato che si trasformato in un lungo applauso quando sono state lanciate in aria due nuvole di palloncini bianchi.

Si terranno invece a Rovello Porro i funerali di Davide Greco: l’ultimo saluto al 21enne, sarà nella parrocchia San Pietro e Paolo, sabato 9 dicembre alle 15. Continua a raccolta di fondi: “Abbiamo deciso di non donare alla famiglia di Davide fiori, corone o altre cose che possano appassire nel tempo ma di realizzare un aiuto concreto con una raccolta fondi”.
È possibile già da oggi lasciare qualsiasi donazione a favore di Davide in Segreteria Robur oppure farlo tramite bonifico intestato a Marco Greco, con causale per Davide Greco (Iban: IT62F0311150523000000000881).

07122017

1 COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO

Pe favore, inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci qui il tuo nome