Home Città Rimpasto, la maggioranza risponde: Saronno Protagonista “Non ci hanno informati e coinvolti”

Rimpasto, la maggioranza risponde: Saronno Protagonista “Non ci hanno informati e coinvolti”

783
11

SARONNO – In seguito ai silenzi del sindaco Alessandro Fagioli sulle scelte dei vari step del rimpasto di Giunta ilSaronno ha deciso di rivolgere le domande dei lettori alle forze che compongono la maggioranza.

La scadenza per l’invio è scaduta ieri sera. Ed ora iniziato la pubblicazione delle risposte. Il primo ad inviare le risposte è stato Diego Solzi portavoce della lista civica Saronno Protagonista.

A metà febbraio, nella conferenza stampa per l’ingresso di Fi, il sindaco Alessandro Fagioli aveva detto di essere soddisfatto dell’operato della sua Giunta: nelle motivazioni di ritiro delle deleghe si legge però programma non attuato e di progetti accantonati, qual è realmente la situazione attuale?
“L’Amministrazione ha sempre valutato positivamente l’operato dell’assessore Marielena Pellicciotta, che ha svolto il suo operato in modo professionale nonostante la situazione cittadina complessa e non facilmente modificabile anche in relazione ad ambiti ed aspetti sensibili. Pertanto non abbiamo compreso né – naturalmente – condiviso la decisione di sollevarla dall’assessorato e comunque delle motivazioni di tale decisione non siamo stati informati”

Circola la mozione di sfiducia firmata dalle forze delle coalizione a carico dell’assessore uscente Francesco Banfi. L’avete condivisa? E come si è arrivati a questo punto?
“Non abbiamo sottoscritto la mozione anche perché non abbiamo avuto notizia della sua esistenza. Non abbiamo avuto informazione neppure del percorso che ha condotto alla stesura del documento, dunque nulla possiamo dire a questo proposito”

Con la consegna delle delega all’Urbanistica a Lucia Castelli si è concluso il rimpasto. Quali saranno le priorità della maggioranza a questo punto e nel dettaglio gli obiettivi della vostra forza politica?
“Pensiamo che l’amministrazione proseguirà sulla strada intrapresa, che è stata quella di una gestione cauta e prudente delle diverse problematiche cittadine. Per quanto riguarda, nello specifico, l’assessorato che era retto da Mariaelena Pellicciotta, il nuovo assessore Lucia Castelli dovrà impratichirsi circa questioni tecniche di una certa complessità. La nostra forza politica, dal canto suo, intende valutare le decisioni e le iniziative dell’Amministrazione caso per caso, senza atteggiamenti pregiudiziali”

11 COMMENTI

  1. Atteggiamento supino.
    Continuano a sostenere una giunta che non li informa (“..non abbiamo compreso..”..”…non abbiamo sottoscritto ..”…”Pensiamo”), li taglia fuori da ogni decisione.

  2. Le luci sulla ribalta scenica di “Saronno Protagonista” sono state metodicamente spente ad arte e l’unico vero protagonista rimasto è il Sindaco, il cui messaggio indirizzato alla lista civica può essere stato:” il vostro apporto minimale in campagna elettorale è stato abbondantemente ripagato e il debito di riconoscenza emerso risulta pareggiato”. Questo comportamento palesa l’evidente carenza di capacità politica gestionale delle rispettive segreterie nei rapporti instaurati tra i componenti della coalizione di centrodestra ed in particolare della Lega, la cui “onniscienza” spregiudicata ha determinato gli effetti delle loro decisioni raccapriccianti ed incomprensibili da un elettorato saronnese che, seduto in platea, attende con pazienza gli eventi futuri.

  3. ho seguito con un certo interesse quanto pubblicato fino ad oggi circa il “rimpasto”. evidenti beghe di cortile che nulla hanno a che vedere con l’interesse della città. l’ultima dichiarazione pubblicata sull’assesore Castelli che ora deve “impratichirsi circa questioni tecniche di una certa complessità ” fa tremare le vene ai polsi: ecco in quali mani l’amministrazioe ha deciso di mettere l’assessorato piu strategico ,e cioè l’urbanistica,per la nostra città….o forse è proprio quello che si voleva????

    • È evidente che l”assegnazione di un assessorato fondamentale come l’urbanistica ad un soggetto per nulla pratico nella sua gestione comporta la piena e totale gestione dell’ufficio tecnico comunale da parte del suo Dirigente, spalleggiato dal solo Sindaco.
      Semplicemente una nomina di facciata.

  4. Giunta Fagioli limpida, cristallina, ineccepibile. Tra due anni a casa con un bel calcio nel sedere.

  5. E la lista non esiste più.
    E la lista non esiste più.
    Contiamo i comunicati emessi da Solzi da giugno 2015 in poi?

  6. Questa lista è stata spaccata e distrutta dalle imposizioni del sindaco, che ha utilizzato lo stesso metodo con la sezione locale Fratelli d’Italia, pure frantumata allo stesso modo. A Fagioli piace regnare sulle macerie. Considerato che ora “regna” su Saronno, ammetto che questo suo tratto distintivo non mi porta immenso gaudio

Comments are closed.