SARONNO – Il candidato sindaco Luciano Silighini Garagnani insieme ad alcuni militanti ha ricordato i 25 anni della caduta di Berlino riproducendo un “muro” fatto di carta divisa a tasselli sui quali ha scritto alcune problematiche del mondo di oggi e alcune delle quali riscontrabili a Saronno.
“Il muro della vergogna comunista è crollato il 9 novembre 1989 a Berlino,ma altri muri fatti di povertà,delinquenza e ogni sorta di abuso esistono tuttora e a Saronno la cronaca quotidiana ce ne parla” dichiara Silighini “un muro enorme che cresce sempre più. Oggi noi lo abbiamo rappresentato e affisso nei pressi della Stazione ferroviaria che è diventata il muro di Saronno ovvero un angolo di città tolto ai cittadini e diventato lo spartiacque della criminalità,dello spaccio,della violenza. Oggi come ieri dobbiamo armarci di mazze e abbattere questo muro per far tornare Saronno ad essere una città nella quale valga la pena far crescere i nostri figli. Ieri i picconi,oggi la scheda elettorale dandoci fiducia”
Presenti anche alcuni militanti della Democrazia Cristiana con la segretaria cittadina Annarita Lo Russo,di Rinascita Socialista e Patria Sociale,alleati di Silighini e della lista civica “L’Italia che verrà-Saronno2015”

10112014

6 Commenti

  1. ma questo sito è di proprietà di silighini? non è possibile che tutti i giorni vi sia una sua dichiarazione con foto. stà stancando tanto non diventa sindaco

  2. il candidato sindaco ha già battuto il record dell’autoproclamazione a candidato: ma quali liste se lo filano??? anch’io mi proclamo candidato Presidente della Repubblica (in proprozione ho più probabilità io)

  3. INTELLIGENTE E FIERO…
    IL DESTINO LO VUOLE SINDACO DI SARONNO…

Comments are closed.