CISLAGO – Non è stato ancora trovato l’assassino di Jamal Benchchaa, il marocchino allora 39enne trovato morto alle porte di Cislago, in fondo a via Piave, la mattina del 20 marzo di tre anni fa. Lo straniero era stato accoltellato, secondo gli investigatori al termine di una lite per futuli motivi con connazionali.

carabinieri radiomobile controllo pattuglia (7)

Per quell’episodio alla sbarra erano finiti due connazionali: adesso si è concluso il processo è stato stato assolti, l’accusa di omicidio volontario formulata nei loro confronti non ha infatti trovato riscontri, durante il dibattimento. Ad “incastrarli” erano state alcune intercettazioni telefoniche, ma già durante l’udienza svoltasi la scorsa estate il perito nominato dal tribunale aveva espresso dubbi sulle traduzioni dall’arabo dei loro dialoghi. I due imputati erano stati rimessi in libertà proprio nell’estate scorsa, in attesa dell’epilogo del processo, che si è svolto al palazzo di giustizia di Busto Arsizio. Assolto anche un altro marocchino accusato di favoreggiamento.

(foto archivio)

04122014

3 Commenti

Comments are closed.