agostino fontanaSARONNO – “Il sistema funziona e l’Autorità nazionale anticorruzione è attenta alle segnalazioni che riceve e tempestiva negli interventi?”

Questo l’interrogativo che si pone l’ex assessore Agostino Fontana, la cui risposta è affermativa.

Dopo una mia segnalazione sulla mancanza dei bilanci di Saronno Servizi sul sito del Comune, degli ultimi due anni, l’Anac verifica la situazione e rileva che mancano anche una serie di altre informazioni, relative alle società partecipate quali i dati relativi alla ragione sociale, alla misura della eventuale partecipazione dell’amministrazione, alla durata dell’impegno, all’onere complessivo a qualsiasi titolo gravante per l’anno sul bilancio dell’amministrazione, al numero dei rappresentanti dell’amministrazione negli organi di governo, al trattamento economico complessivo a ciascuno di essi spettante, ai risultati di bilancio degli ultimi tre esercizi finanziari. Non sono altresì pubblicati i dati relativi agli incarichi di amministratore dell’ente e il relativo trattamento economico complessivo.

Non si tratta solo di Saronno Servizi ma anche di Lura Ambiente (quota di Saronno 34,52 per cento), e Sessa (quota di Saronno 72,01 per cento): la prima gestisce la parte depurazione delle acque reflue e la seconda una serie di appartamenti. In data 7 ottobre l’Anac invia una lettera al “responsabile della trasparenza” del Comune di Saronno, con copia al sindaco, all’organismo indipendente di valutazione (colui che certifica alla fine di ogni anno che i dati pubblicati relativi alla trasparenza sono corretti) ed la sottoscritto per aver effettuato la segnalazione. L’Anac rileva l’incompletezza dei dati pubblicati e ne richiede la pubblicazione o eventuali controdeduzioni entro il termine di 30 giorni. Chiede poi che entro 15 giorni venga trasmesso il nominativo del responsabile dell’omessa pubblicazione e qualora ciò dipenda dalla mancata comunicazione degli amministratori societari si richiedono i nominativi al fine di consentire all’Autorità l’avvio delle procedure di sanzione che prevedono importi da 500 a 10 mila euro.

Un intervento deciso, tempestivo e pesante dall’Anac che ridà fiducia ai cittadini i quali hanno ora uno strumento, l’Amministrazione trasparente, per conoscere come opera la propria amministrazione, come gestisce le risorse pubbliche. E’ un processo lento poichè i cittadini, normalmente per mancanza di tempo, poco si interessano della cosa pubblica ma se non cresce questa coscienza civica difficilmente il nostro paese uscirà dai lacci di una corruzione che è ormai diffusa a tutti i livelli, amministrativi e politici.

Non basta scandalizzarsi perchè tanti dipendenti comunali di Sanremo se ne andavano per i fatti loro dopo aver timbrato, o fatto timbrare il cartellino da altri. Basta verificare il loro sito sulla trasparenza: Sanremo con 55 mila abitanti ha 472 dipendenti. Saronno con 39 mila abitanti ne ha circa 230. Un dipendente pubblico ogni 116 abitanti a Sanremo ed uno ogni 169 a Saronno. Sanremo ha ben il 45 per cento più dipendenti comunali per abitanti di Saronno. 

10112015

1 commento

Comments are closed.