SARONNO – “Lo strumento del “bando culturale” viene proposto e utilizzato per la prima volta a Saronno con la commissione cultura presieduta dal consigliere Angelo Veronesi. Lo scopo di un tale strumento è quello di favorire la riflessione della Città, ed in particolare dei giovani, su temi attuali”.

Inizia così l’intervento con cui l’assessore alla Cultura Lucia Castelli fa il punto sulla querelle dei bandi culturali esplosa con un vivace dibattito nell’ultimo consiglio comunale.

“All’esito, sono stati formulati 6 elaborati, rappresentati con svariate forme espressive: scuole e cittadini hanno raccolto la nuova sfida lanciata dalla commissione cultura ed hanno realizzato lavori giudicati molto interessanti dalla giuria, composta da intellettuali ed esponenti politici saronnesi di maggioranza ed opposizione. Ed alla Giuria fin da ora va la riconoscenza dell’intera Amministrazione Comunale per l’opera svolta. Un plauso quindi è doveroso nei riguardi di coloro che hanno partecipato ai concorsi, realizzando lavori degni di attenzione da parte della Città. Non saranno certo le polemiche a svilire l’impegno profuso ed a scoraggiare i concorrenti: per il solo fatto di essersi messi in gioco meritano il rispetto di tutta Saronno”.

Quest’autunno avverrà la presentazione al pubblico degli elaborati. “Sarà questa l’occasione –
conclude l’assessore – nella quale chiunque potrà apprezzare la bellezza della creatività della città”.

(foto: Lucia Castelli fotografata da Edio Bison)

23072017

1 commento

  1. Guardi Castelli che è stato Veronesi a fare polemica col PD e ad ammettere che i bandi sono stati poco partecipati, diciamo così per essere gentili. Si metta d’accordo col suo alleato. Aggiungo che Saronno, storicamente vicina a Milano, ha una tradizione culturale che è sconosciuta alla maggior parte dei paesi del varesotto che lei ben conosce.

Comments are closed.