SARONNO – “Il giorno della memoria ci ricorda l’atto più barbaro della storia dell’umanità che il nazismo e il fascismo intrapresero con l’obiettivo di sterminare una etnia. Quella di oggi non è solo una iniziativa di memoria, ma è un momento necessario per leggere il tempo presente perché fatti così clamorosamente disumani sono stati resi possibili anche attraverso l’inerzia della maggioranza. Non tutti erano malvagi, ma molti hanno accettato che alcuni soprusi venissero considerati ordinari, accettando come normale la mancanza di diritti. È in contesto di indifferenza che si generano le peggiori atrocità. Anche oggi troppi si girano dall’altra parte, considerando piccoli atti di violenza come normali. Il disinteresse generale apre la via al ritorno di drammi e per questo bisogna continuare a ricordare, affinché tragedie come della Shoah non si ripetano” è il commento del Presidente del Consiglio regionale della Lombardia Raffaele Cattaneo, alla cerimonia di deposizione delle corone alla lapide posta all’ex Albergo Regina di Milano, dove dal 13 settembre 1943 al 30 aprile 1945 ebbe sede il quartiere generale nazista a Milano e dove furono detenuti numerosi partigiani, molti dei quali sottoposti a torture e alcuni assassinati.

28012018

2 Commenti

  1. ma basta con questo cattaneo, va bene che siamo in campagna elettorale ma così è troppo. non hae posato una corona a saronno ma a milano.

Comments are closed.