LAZZATE – Come già preannunciato lo scorso 14 novembre, è stata confermata e verificata la presenza di un “focolaio” Covid19 nella casa di riposo lazzatese “I Gelsi”.

Gli attualmente positivi, dopo verifica attraverso tampone molecolare, sono ad oggi 46 su un totale di 52 ospiti nella struttura. Pur non essendo coinvolta direttamente nella gestione della Rsa, l’Amministrazione comunale segue prontamente e con la dovuta attenzione questa situazione che non può che destare preoccupazione.

“Ci siamo messi in contatto con Ats Brianza e Regione Lombardia – informa il sindaco Loredana Pizzi – ci hanno confermato la loro costante attenzione verso il caso. In particolare, è stata offerta la consulenza di due esperti, un infettivologo e un pneumologo. I tecnici di Ats Brianza sono inoltre presenti quotidianamente in loco e hanno fissato un ulteriore sopralluogo per domani”.

“Come purtroppo è accaduto in molte altre Rsa, ora anche a “I Gelsi” stiamo vivendo questa difficile situazione, a differenza che nella prima fase primaverile quando non furono registrate qui situazioni critiche. Ci tengo ad informare la cittadinanza con la massima trasparenza, dopo aver atteso l’esito dei tamponi, specificando che tutti i parenti sono stati avvisati e che la maggior parte dei degenti risulta del tutto asintomatici. Regione Lombardia ha infine reso noto che sta valutando di trasferire i pochi degenti negativi in altra struttura.A ospiti e famigliari diciamo che non sono soli. Abbiamo piena fiducia del personale medico e di assistenza della Rsa che da tanti anni opera sul nostro territorio con grandissima professionalità” questo il messaggio dell’intera Amministrazione comunale.