SARONNO / TRADATE / VARESE – Da quattro mesi i vigili del fuoco del Varesotto non ricevono più i buoni pasto: la denuncia viene dai sindacati di categoria, Fns Cisl, Uilps e Conapo.

“Le organizzazioni sindacali del comando vigili del fuoco di Varese vogliono denunciare la grave situazione che sta esponendo economicamente i lavoratori del Corpo: da più di quattro mesi i vigili del fuoco della provincia di Varese non percepiscono i buoni pasto, che per contratto devono essere erogati al personale e sono costretti ad anticipare di tasca propria le spese per i pasti – scrivono i sindacati – la situazione ormai e’ diventata insostenibile e sta esponendo le famiglie con cifre che si attestano attorno ai 400 euro. I lavoratori sino ad ora sono stati più che comprensivi ma la soluzione della problematica tra l’amministrazione e la ditta day non sembra essere celere”.

Per i sindacati “è giunto il momento di dire basta. Ci domandiamo inoltre perchè nella pubblica amministrazione si debba sottostare ad un meccanismo perverso che vede gare di appalto a terzi al fine di erogare il compenso ai lavoratori quando sarebbe molto più semplice liquidare le spettanze direttamente in busta paga evitando cosi spese aggiuntive per le casse dell’erario e ritardi vari. Per questo lanciamo un appello a tutte le istituzioni competenti e alla componente politica al fine di trovare nell’immediato una soluzione alla problematica. Non si escludono azioni piu’ eclatanti al fine di tutelare questi servitori dello stato acclamati nelle emergenze e bistrattati nel quotidiano”.

(foto archivio)

01122022