SOLARO – “Grazie a Brumotti di Striscia la notizia perché, con coraggio e rischiando di farti tagliare in due da un machete, hai mostrato a tutta Italia la vergogna che perdura ormai da troppi anni nei boschi delle Groane a Solaro. Grazie perché hai fatto più tu con un bel servizio andato in onda ieri su Striscia che questa Giunta di sinistra che governa, facendo il bello e cattivo tempo, da 7O anni questo Comune in provincia di Milano”. A parlare è Dante Cattaneo, vicesindaco della confinante Ceriano Laghetto, esponente Lega e da tanti anni impegnato in prima linea contro lo spaccio nei boschi della zona.

“Alzo il pugno chiuso e ho gli stivali di gomma ma non perché faccio cene con Majorino o abbraccio Soumahoro e l’ideologia del business dell’immigrazione, ma perché credo nella liberazione di questo territorio che non merita più tutto questo. Solaro non merita di finire sulla tv nazionale per la totale inerzia, incapacità, assenza della propria Amministrazione comunale – dice Dante – Anziché stare lì col goniometro a misurare se i boschi dello spaccio ricadano più su Solaro o su Cesate, o a mettere le gambe sotto il solito inconcludente tavolo, rimboccatevi le maniche e iniziate a liberare questo bellissimo bosco dalla piaga dello spaccio, dei pusher e dei tossici! Non c’è più tempo!”

07122022