SARONNO – Una serie di teli bianchi, una sorta di recinzione da cantiere, sono comparsi nelle ultime ore sulla facciata del Santuario della Beata vergine dei miracoli. Così la Comunità pastorale ha “coperto” i graffiti, con insulti e una bestemmia, realizzati dagli anarchici nella notte tra venerdì e sabato.

Si tratta di una soluzione provvisoria ma necessaria perchè l’edificio religioso, patrimonio dell’umanità protetto dall’Unesco, non può essere tinteggiato senza il nullaosta della Soprintendenza.
Decisamente rapido l’intervento nel sottopassaggio di via Primo Maggio e in Municipio dove, mancando vincoli, e trattandosi di edifici comunali il Comune ha provveduto a coprire i graffiti già nella mattinata di sabato.

Ancora ben visibile, invece, il maxi graffito con insulti alle forze dell’ordine realizzato in via Varese. In questo caso gli anarchici si sono limitati a ripassare il graffito, fatto qualche mese fa e coperto dall’Amministrazione comunale.

Gli slogan “Cello libero” riferimento al 25enne arrestato venerdì mattina per i disordini di Capodanno davanti al carcere Vallette a Torino sono, malgrado l’intervento del Comune ancora visibili in molti punti della città.

12022018

10 COMMENTI

  1. BASTA CONTRO IL SINDACO ..BASTA !! LUI STA LAVORANDO CONTRO QUESTI SINISTRI…MA VOI CHE FATE …OLTRE CHE SCRIVERE CONTRO IL PRIMO CITTADINO VOLUTO DA 3/4 DELLA CITTA’ ? BASTA FARE ILLUSIONI CONTRO UN UOMO,MA DOV’E’ IL RISPETTO, LUI E’ DELLA LEGA E ALLORA ? SARA’ BELLO ESSERE DI SINISTRA, DISTRUTTRICE DELL’ITALIA INTERA, SOLO PAROLE E NIENTE FATTI, VOI SIETE ABITUATI COSI’, POI ANDATE A GOVERNARE E NON FATE UNA PIPPA, VI SCANNATE TRA VOI E SCOPPIA COME SEMPRE TUTTO. RISPETTO AL PRIMO CITTADINO DEMOCRATICAMENTE VOTATO. BASTA !!

    • Certo che la sinistra ha dovuto faticare tantissimo in questi ultimi anni per cercare di rimediare ai tremendi danni provocati dai governi Berlusca, Bossi, Fini!!! Libertà per i ricchi di arricchirsi di più e ai poveri di impoverrisi di più (la mia pensione grazie a loro vale il 50%). Ma allora chi ha distrutto l’Italia?
      Sarò anche polemico ma non posso tacere. Spero di non essere censurato

  2. se tutto il coraggio è scrivere sui muri…. ci troviamo davanti a ragazzi ideologicamente deviati senza rispetto e senza coraggio appunto… che andassero a dimostrare il loro valore allora davanti a un centro di destra… o a una caserma… poi vediamo il coraggio..

  3. Perché continuate a chiamarli anarchici, questi sono teppisti e basta!!!
    L’ anarchia non sanno neanche dove sta di casa come non sanno cosa è il rispetto… lavori forzati per loro!!!

SCRIVI UN COMMENTO

Pe favore, inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci qui il tuo nome