SARONNO – “Sulle vicende della politica nazionale ci sentiamo in dovere di esprimere un parere e una posizione essendo molti dei nostri aderenti iscritti o militanti in alcuni partiti del centrodestra, in modo particolare Forza Italia. Reputiamo errata la decisione di Silvio Berlusconi di darE via libera a Matteo Salvini della Lega per formare un governo con il Movimento 5 Stelle di Di Maio”. Così una note del saronnese movimento “L’Italia che verrà” di Luciano Silighini Garagnani.

Prosegue il comunicato: “Chi ha votato Forza Italia e i candidati della coalizione di centrodestra ha in modo esplicito votato contro la visione politica di Beppe Grillo e dei suoi seguaci. Portare i voti di questi elettori al cospetto di Di Maio è un’azione menefreghista della volontà popolare. Non ci aspettavamo nulla di diverso da Salvini che fin dai primi mesi della sua elezione a segretario, dopo un inizio che poteva sembrare innovativo, ha subito mostrato la sua vera natura. Pur di sedersi sulla poltrona ha snaturato la stessa Lega Nord cancellando anche lo storico nome e tradendo il popolo leghista e oggi l’elettorato di centrodestra. Ha tradito ogni ideale ma non il suo. Ricordiamo infatti che Salvini nasce a sinistra, nei movimenti comunisti e ora coi 5 stelle ritrova casa. Siamo allibiti, ora attendiamo che anche le realtà locali cambino e vogliamo proprio vedere i leghisti andare a braccetto coi militanti dei centri sociali che in molte realtà appoggiano o compongono lo stesso movimento di Beppe Grillo”.

11052018

11 COMMENTI

  1. porca miseria salta tutto… appena a Roma sapranno che il siligo non è d’accordo, salta tutto!
    Chissà se Mattarella lo ha già contattato per un consulto.

  2. Bah! Se non sei d’accordo sulle scelte di Silvio, puoi sempre “strappare” la tessera di F.I., …magari fallo in silenzio e senza troppi e inutili proclami. Grazie.

  3. Il no alla svolta…ora si ferma tutto…..
    Ma mi faccia il piacere è scenda dalle nuvole Silighini.
    🙏 grazie

  4. Silighini si è fermato alla “Lega Nord” e a Berlusconi premier, forse dovremmo dirglielo che siamo nella Terza Repubblica e che la politica si avvia in un percorso di grandi cambiamenti. Un comunicato incomprensibile, decisamente.

  5. Ma chi è Silighini? Soprattutto nomi e cognomi di chi continua a dare spazio a questo tizio che nn rappresenta nessuno.

  6. Una campagna elettorale lunga cinque anni…
    Questa amministrazione dà mille motivi per essere attaccata, Silighini cerca solo visibilità continua perchè altrimenti verrebbe dimenticato nel giro di una settimana, ma non ha tutti i torti.

  7. Silighini è rimasto tra i pochi a credere che il M5S sia un partito di “sinistra”… sveglia!!!

Comments are closed.