Home Politica Studenti: in Regione la seconda giornata di “Consiglieri per un giorno”

Studenti: in Regione la seconda giornata di “Consiglieri per un giorno”

66
0

MILANO – Si è svolta ieri mattina all’auditorium Gaber di Palazzo Pirelli, sede di Regione Lombardia a Milano, la seconda giornata (delle quattro previste) del progetto “Consiglieri per un giorno”, che riguarda percorsi di educazione alla legalità e alla democrazia riservati alle scuole secondarie di secondo grado e promossi dal consiglio regionale. Nell’occasione sono stati coinvolti oltre 300 studenti e insegnanti degli istituti Gentileschi di Milano, Pessina di Como, De Filippi di Varese, Fantoni di Clusone (Bergamo), Ciro Pollini di Mortara (Pavia). Introducendo l’incontro la vice presidente del consiglio regionale, Francesca Brianza (foto), ha detto che “è importante che i giovani si accostino al mondo della politica con interesse e attenzione verso l’attività delle istituzioni, in particolare quella che riguarda il loro territorio coi suoi problemi”. Il segretario dell’Associazione consiglieri regionali, Alessandro Patelli, ha focalizzato il suo intervento sul concetto di “curiosità” che sempre i giovani devono avere, “non solo per le novità tecnologiche che il mercato dei beni di consumo offre loro, ma anche e soprattutto per la politica, intesa come azione altruista, saggia e costruttiva volta a rispondere in maniera adeguata alle esigenze e nell’interesse dei cittadini”. Gli studenti hanno poi approfondito temi specifici su legalità e antimafia (a cura della Commissione regionale antimafia), cyberbullismo e web reputation (a cura del Corecom Lombardia) e sicurezza (a cura dell’associazione Forum security).

I prossimi appuntamenti sono previsti per lunedì 19 e mercoledì 21 novembre. Nel corso dell’anno scolastico (tra gennaio e aprile 2019), si terrà il secondo incontro presso le scuole. Anche in questo caso, tra i vari progetti che dovranno seguire i ragazzi spicca un “approfondimento sull’attività legislativa” e su come scrivere un “Progetto di legge”. Da parte loro, gli insegnanti dovranno svolgere un lavoro in classe finalizzato a preparare gli studenti al terzo incontro che si svolgerà in Aula consiliare nei mesi di maggio e giugno del prossimo anno, quando gli studenti, divisi in gruppi politici, parteciperanno a una vera e propria simulazione di una seduta d’aula con la discussione dei documenti da loro redatti.

08112018