GERENZANO – La lista civica di maggioranza “Insieme e libertà per Gerenzano” replica al volantino in distribuzione in paese a firma Lega Nord, al centro le polemiche per quella che i leghisti definiscono la “censura” sul giornalino comunale.

insieme e libertà per gerenzano

“In questi giorni è in distribuzione un volantino a firma della sezione locale della Lega Nord che accusa l’Amministrazione “Campi” di “vergognosa censura”. A tale proposito segnaliamo che la redazione ha dato a tutti circa tre mesi di tempo per inviare il proprio articolo. E’ evidente che la scusa di “essere all’estero”, ricordiamo che internet esiste anche al di fuori del patrio confine, o “in vacanza” sono pretesti a dir poco ridicoli” scrive Insieme e libertà per Gerenzano.

Prosegue il comunicato:”Volevamo solo ricordare che la “vera censura” è durata per ben 9 anni da quando la giunta Garbelli-Cattaneo ha voluto l’istituzione del giornalino comunale “Filo Diretto” con la deliberazione del 7 ottobre 2003, votata a favore solo dalla maggioranza leghista. Con quel regolamento si era tolta la possibilità ai gruppi politici, alle associazioni ed ai cittadini gerenzanesi di confrontarsi, anche mediante l’utilizzo del giornalino, facendolo diventare un “monovolume di colore verde”. Come promesso dall’Amministrazione Campi è rinato “Il Nostro Comune”, con un comitato di redazione finalmente composto dai rappresentanti di ogni partito o gruppi presenti in consiglio comunale, fatto per niente scontato così come l’aver ridato spazio a tutti coloro che ne rispettano le regole. Per chiudere vogliamo inoltre ricordare, ad esempio per tutti, che nell’anno 2009 per 3 numeri del giornalino l’Amministrazione Garbelli ha speso ben 14 mila e 568 euro (4856 euro a numero) mentre “Il Nostro Comune” viene stampato e distribuito a tutti i Gerenzanesi a costo zero. Anche questa è differenza!”

181013