07062015 festa delle forze dell'ordine luciano porro(6)SARONNO – Cinque ex sindaci di Saronno ed una partigiana per il sì al referendum costituzionale in programma domenica.

“La riforma costituzionale, varata dal parlamento secondo la rigorosa procedura prevista dall’articolo 138 della Carta, vuole dare più efficienza alle Istituzioni, restringere le lungaggini che causano compromessi dannosi, ridurre i costi politici e burocratici, rendere più trasparente la vita istituzionale – ricordano nel loro appello ai concittadini – Per queste ragioni gli scriventi invitano convintamente i propri concittadini saronnesi a votare SI al referendum confermativo della Riforma costituzionale che si terrà il prossimo 4 dicembre. Lo dobbiamo non solo alla coerenza della nostra storia riformatrice, ma a tutti i giovani del nostro paese che meritano questa opportunità. Noi voteremo sì!” Il tutto firmato da Ivonne Trebbi, “staffetta partigiana” e già parlamentare; Filippo Alliata, sindaco dal 1964 al 1966; Enrico Mazzini, sindaco dal 1980 al 1985; Gianluigi Stucchi, sindaco dal 1985 al 1992; Angelo Tettamanzi (foto), sindaco dal 1992 al 1999; e Luciano Porro, sindaco dal 2010 al 2015.

02122016

9 Commenti

  1. Lieto di non far parte di questa allegra brigata – tardivo affresco paleodemocristiano delle correnti di sinistra -, di cui non condivido né il voto annunciato, né le motivazioni. Di origine democristiana anch’io, ho sempre però preferito cercare di ragionare con la mia testa, inclusi gli errori, ovviamente.

Comments are closed.