SARONNO – E’ un ritorno “a casa” per Claudio Ceriani scelto all’inizio del mandato da Alessandro Fagioli per ricoprire il compito di staff del sindaco: nelle ultime ore, ex direttore generale del Comune di Tradate, che aveva ricoperto compiti dirigenziali anche in Provincia, è stato nominato assessore dal nuovo sindaco Dario Galli. Ceriani si occuperà di urbanistica e lavori pubblici.

Un incarico che porterà alla ridefinizione anche del suo ruolo nella città degli amaretti? Ceriani debutterà domani sera in consiglio comunale a Tradate e per vedere gli sviluppi saronnesi bisognerà attendere le comunicazioni dell’Amministrazione comunale, anche se non è così scontato che arrivino.

Del resto dopo le polemiche suscitate dalla creazione dello staff del sindaco, una delle prime querelle che ha dovuto affrontare l’Amministrazione Fagioli, Ceriani e l’intera amministrazione su questo tema, ha sempre tenuto un profilo molto basso tanto che ne lui ne lo staff sono mai stati presentati ufficialmente alla stampa o alla città. Nessun comunicazione neanche qualche mese fa quando i contorni dell’incarico sono stati ridefiniti.

12072017

25 Commenti

  1. Prima considerazione, lo staff del sindaco esiste veramente, il signor Ceriani é uno dei membri, mentre tra i commentatori leghisti di questo blog c’e’ chi ancora oggi nega l’esistenza dello staff.

    Seconda considerazione, Galli (quello che ha tolto risorse ai licei saronnesi) conta più di Fagioli, si ripristinano quindi le gerarchie della provincia che poi sono quelle del partito.

    Terza considerazione, spero vivamente che questo professionista che lavora per la pubblica amministrazione solo nei periodi in cui viene eletta la Lega Nord (senza aver sostenuto un concorso), abbia la coerenza di scegliere tra i due incarichi rinunciando ad uno dei due compensi, solo cosí il suo operato risulterà credibile.

    • Lo staff del sindaco esiste veramente.
      Come la sedia in pelle umana e l’acquario dei dipendenti.

          • secondo il decreto n° 38 del 28-12 2016 firmato dal sindaco nn viene pagato solo dal 1-1-2017 perchè in quiescenza :per la precisione,prima era retribuito

  2. Conferma che Ceriani fosse un uomo lega, altro che selezionato con bando. Fagioli gli ha dato 100.000 euro all’anno di soldi dei cittadini. Che pena e che vergogna!

  3. Limerick di Saronno

    C’era un utile staff del Sindaco a Saronno
    per liberare dai problemi di Fagioli il sonno,
    ma quando Galli a Tradate Ceriani ha chiamato
    il Sindaco Fagioli silenziosamente si e’ piegato,
    quanto e’ inutile e costa lo Staff del Sindaco a Saronno.

  4. Non credo che come assessore a Tradate guadagni 100.000 euro l’anno. O fa la furbata di tenersi tutti e due gli incarichi, o molla Tradate.
    Sarà pure leghista, ma mica è fesso…

  5. Galli ha ripreso il suo amico ( vedi cosa hanno fatto insieme in provincia) era a Saronno in attesa di meglio….
    non disperate ci sara’ un altro amico pronto a sostituirlo

  6. Chi prenderanno al suo posto vista l’ incapacità amministrativa della giunta leghista del Fagioli? In ogni caso saranno altri soldi che i contribuenti saronnesi pagheranno.

  7. Più semplicemente le persone sagge si avvalgono di collaboratori capaci.
    E Ceriani è capace.

Comments are closed.