SARONNO – Ieri pomeriggio alle 18 alla sala di via Primo Maggio il direttore artistico Francesco Pellicini ha presentato la stagione teatrale 2017/2018, affiancato dal nuovo presidente del teatro Oscar Masciadri e dai membri del Cda Stefania Cito e Italo Corrado. Oltre ai cittadini e agli addetti ai lavori erano presenti il sindaco Fagioli, gli assessori Vanzulli, Castelli, Pellicciotta e Tosi, il presidente del consiglio comunale e i consiglieri Pagani (Pd), Sironi e Codega (Lega).

A farla da padrone nella nuova stagione per quantità e per qualità degli spettacoli sarà la prosa, con 10 eventi in programma. L’obiettivo è quello di diversificare generi e personaggi, coniugando leggerezza e classicità. Apre la stagione la prima nazionale del Massimo Lopez e Tullio Solenghi show. A seguire, le commedie Fiore di cactus, 2 donne in fuga e Cuori scatenati, che vedono in scena attori di fama nazionale, come Marisa Laurito, Sergio Muniz, Diego Ruiz, Maximilian Nisi e Bendicta Boccoli. Per il genere prosa classica, gli spettatori potranno assistere agli intramontabili Il Mercante di Venezia di William Shakespeare, L’idiota di Dostoevskij, Il malato immaginario di Molière, La locandiera di Goldoni e Miseria e Nobiltà di Eduardo Scarpetta. Forti aspettative, inoltre, per lo spettacolo di Simone Cristicchi L’esodo sul dramma delle foibe.

Grandi nomi spiccano nel cartellone variety-comico: Ale e Franz, Gioele Dix, Gene Gnocchi, Rita Pelusio, Paolo Cevoli e gli Oblivion. In sala era presente il simpatico Max Pisu per promuovere, tra una gag e l’altra, la commedia brillante Il rompiballe, che lo vedrà sul palco insieme a Claudio Batta. Per gli amanti del genere, risate assicurate anche fuori abbonamento con gli spettacoli dei Legnanesi e dei comici Giacobazzi e Anna Maria Barbera.

Nel ricco programma del Giuditta Pasta non mancano capolavori dell’opera come La traviata e il Don Giovanni e le operette Il paese dei campanelli e La principessa della Czarda. Il 31 dicembre si potrà festeggiare a teatro l’arrivo dell’anno nuovo con Il gran galà dell’operetta, viaggio nel tempo attraverso le più celebri arie classiche e popolari.

Gli appassionati del genere danza saranno deliziati da un intreccio di tradizione e innovazione. Oltre alle stelle del Moscow State Classical Ballet che si esibiranno ne Lo schiaccianoci, potranno ammirare il mondo incantato di Night Garden e le travolgenti coreografie di Flamenco -Tablao in teatro.

Gli spettacoli di musica sono stati notevolmente ridimensionati, ma non a scapito della qualità: calcheranno la scena artisti di fama nazionale come Angelo Branduardi, Fabio Concato, Sergio Caputo e Saule Kilaite. A dare una scossa al teatro ci penseranno il concerto gospel di Cheryl Porter e l’imponente omaggio al grande Frank Sinatra.

Al Giuditta Pasta trovano posto anche ragazzi e famiglie: a loro è dedicato il tradizionale appuntamento domenicale, con 6 spettacoli di cui 3 nuove produzioni.

Varietà di generi e grandi artisti: è dunque questa la filosofia alla base della nuova stagione del Giuditta Pasta, il cui programma si preannuncia davvero interessante e, si spera, contribuirà ad avvicinare sempre più cittadini a quella tanto antica quanto meravigliosa forma di cultura che è il teatro.

Giulia Alberio