SARONNO – “L’Europa è terra di grandi opportunità per un giovane che vuole fare impresa. In particolare il Parlamento europeo è da sempre attento nel promuovere momenti di informazione e di conoscenza. Occorre però che tutte le istituzioni lavorino verso lo stesso obiettivo. Purtroppo nel Consiglio europeo prevalgono più gli egoismi nazionali che una vera logica d’insieme. Lo abbiamo visto nella bocciatura del Made in Italy e non solo. Una scelta che ha danneggiato l’Italia e che certo non favorisce crescita e sviluppo per i nostri giovani imprenditori”. E’ quanto ha dichiarato la saronnese Lara Comi, eurodeputato di Forza Italia e vicepresidente del gruppo del Ppe in occasione dell’incontro da lei ieri organizzato insieme al presidente dei giovani di Confcommercio, Alessandro Micheli, dal titolo: “Le opportunità europee per gli imprenditori del terziario” che ha visto riuniti il direttivo dei giovani di Confcommercio, insieme ad Alberto Marchiori, e il direttivo di Jeune presieduto da Andrea Gelfi.

Nel programma anche un incontro con il Commissario europeo per gli affari economici e monetari Jyrki Katainen proprio in commissione: al centro del dialogo il futuro delle imprese, la protezione dati, la sicurezza e la cybersecurity come priorità dell’Ue. “Non è mancata la nostra richiesta d’aiuto a Katainen in merito alla direttiva Bolkestein, che sta generando grandi difficoltà per via della posticipazione al 2020, soprattutto per la categoria degli ambulanti e dei balneari. Su questo – aggiunge Comi – manterremo alta la pressione della politica, per evitare scelte penalizzanti per il nostro Paese”.

31012018

1 commento

  1. “Purtroppo nel Consiglio europeo prevalgono più gli egoismi nazionali che una vera logica d’insieme” . e allora perchè il suo capo si è messo insieme a salvini il guro dell’egoismo? Facile parlare ma i fatti mancano

Comments are closed.