UBOLDO – Vaccini, la questione è tornata prepotentemente alla ribalta negli ultimi giorni, con le indicazioni del ministro Grillo su eventuali obblighi e documenti da presentare. E il primo cittadino uboldese, Lorenzo Guzzetti, che sull’argomento ha sempre preso una netta posizione, scende in campo e chiarisce cosa accadrà a Uboldo.

“Non ho ancora letto il testo ma pare che il ministro lasci sostanzialmente scegliere ai Comuni in merito alla questione vaccini” dice il sindaco. “Se come sembra dipenderà dai sindaci (che sono i responsabili della sanità e igiene pubblica) per gli Uboldesi lo dico oggi che manca un mese: voi fermatevi alla parola obbligo. Se volete essere flessibili andate altrove. Non si discute neanche”.

Anche stavolta dunque nettissima la posizione di Guzzetti, che peraltro gli aveva creato non pochi problemi in passato: la sua scelta di campo aveva infatti scatenato la violenta reazione dei cosiddetti no-vax, che lo avevano pesantemente insultato minacciandolo anche di morte.

11082018

5 Commenti

  1. Non manda via nessuno, protegge i bambini che non possono vaccianarsi, quanta ignoranza in questa Italia “gialloverde” del 2018……

      • Vedo che l’italia è ultima in Europa per i casi di morbillo quadruplicati dal 2016 al 2017, di cui 4 mortali….(dati Ocse)

Comments are closed.