CISLAGO – “Sono di Cislago faccio parte del team Varese delle pink ambassador (gruppo nuovo partito anno 2020) ho sconfitto un primo tumore all’ utero (anno 2019). Da qui la decisione di compilare il questionario nella speranza di diventare pink, durante esame per di controllo fatta a marzo 2020 mi viene diagnosticato un secondo tumore, questa volta sono i polmoni, le cure sono pesanti ma non mi ferma nulla”.

Sono le parole di Cristina Marino cislaghese che ha deciso di raccontare la sua storia: “Sono nel progetto pink i miei allenamenti proseguono, anche se sono in cura all’ospedale Ponte di Varese che ringrazio”. E ancora: “Mi hanno dato la possibilità di partecipare alla staffetta (corsa alla diga del Panperduto a Somma Lombardo il 5 ottobre, totale 243 chilometri). Io ne ho corsi 10 le mie condizioni fisiche non sono delle migliori per sostenere i 21 chilometri ma le mie sorelle (le pink si chiamano così) mi hanno sempre sostenuto e dato tanta carica, come dico sempre devi trovare un motivo per alzarti la mattina altrimenti è finita”.

E conclude: “Non tutti i mali vengono per nuocere, questo progetto l’ho vissuto in doppio da pink è da tumorale, ricordo a tutti di far prevenzione e aderire alla ricerca perché così si salvano tante vite”.

2 Commenti

Comments are closed.