CISLAGO – “E’ stata un’esperienza veramente molto drammatica, ma allo stesso tempo mi ha fatto riscoprire la grande umanità del personale sanitario, che in situazioni così difficili sono riusciti a non far sentire soli abbandonati i pazienti ricoverati”. Così l’ex assessore comunale di Cislago, Marzia Campanella, racconta dlela propria esperienza di malata di covid-19.

“È da tempo che sostengo che questo virus non guarda in faccia nessuno! La superficialità di chi ancora non si rende conto di quello che il mondo sta passando è diventato il nostro punto più debole. Confido vivamente nel buon senso e nella ricerca e che quanto prima il genere umano possa ritrovare un pochino di serenità, persa ormai da troppo tempo” il messaggio che lancia Marzia. Nei giorni scorsi la 46enne Campanella è stata ricoverata all’ospedale di Tradate: prima qualche sintomo, poi l’aggravarsi della situazione, ad un certo punto risultata molto grave. Poi, nel giro di una setitmana, il progressivo recupero, per essere quindi rimandata a casa in isolamento, proseguendo le cure. Positivo, ma asintomatico, anche il suo compagno.

Per informazioni o per le richieste di aiuto riguardo all’emergenza coronavirus. Numero verde gratuito: in caso di sintomi influenzali o problemi respiratori 800894545. Evitare di utilizzare il numero 112 per non intasare le linee, lasciarlo libero per le emergenze sanitarie.

Informazioni generali: chiamare il numero 1500, numero di pubblica utilità attivato dal Ministero della Salute o telefonare al proprio medico di medicina generale o al medico pediatra.

29012021