SARONNO – Ats Insubria, competente anche per il territorio di Saronno, ha avviato la campagna di vaccinazioni a domicilio per i soggetti fragili. Il protocollo che vede in prima linea i medici di famiglia e delle unità di volontari messi a disposizione dal Comune è già stato approntato e oggi si terrà il primo test a Malnate dove saranno vaccinati tutti i 160 anziani allettati e quindi con l’obbligo di essere vaccinati a domicilio.

A seguire la sperimentazione anche Rainews che stamattina alle 9 si è collegata in diretta da Malnate mostrando la prima fase di reparazione dei vaccini.

Complessivamente a livello di Ats Insubria, che comprende le province di Varese e Como, i medici di famiglia hanno individuato 12 mila pazienti che per diversi motivi (dalla disabilità alla fragilità delle condizioni di salute) necessitano del vaccino a domicilio. L’idea è quella di partire a breve anche grazie alla sensibilità dei sindaci che hanno garantito la collaborazione. E’ prevista la creazione di team che accompagni i medici di famiglia dal ritiro del vaccino all’arrivo dal paziente anche per rispettare il limite di 6 ore.

“Continuiamo con le vaccinazioni degli over 80 con Pfizer – continua Catanoso – al momento è stato vaccinato il 20% dei prenotati. Diciamo che continuamo di finire sia questa categoria sia le vaccinazioni a domicilio entro la metà di aprile in modo da partire con la vaccinazione di massa”.