SOLARO / CERIANO LAGHETTO – Pesante il bilancio finale dell’incendio avvenuto il giorno di Pasqua nel Parco delle Groane fra Solaro e Ceriano Laghetto, non lontano dalla stazione ferroviaria Trenord di Ceriano Groane della linea Saronno-Seregno. Ad andare distrutto è stato circa un ettaro di bosco. Sono adesso in corso gli accertamenti dei carabinieri per stabilire cause e responsabilità dell’accaduto, facile ipotizzare che si tratti di un episodio di natura colposa, un incendio forse scaturito da uno dei falò che vengono spesso accesi dagli spacciatori di droga che si appostano in zona nell’attesa dei clienti.

Domenica a dare l’allarme erano stati alcuni passanti che avevano notato la presenza di una alta colonna di fumo alzarsi dal bosco, poco prima delle 17, con i pompieri che sono stati poi impegnati diverse ore a contenere le fiamme. Sul posto erano accorsi i vigili del fuoco del distaccamento di Saronno e poi varie altre squadre di rinforzo.

03042018

6 COMMENTI

  1. Le “risorse” accampate nel bosco lo stanno distruggendo in tutti i sensi.
    Quando si metterà fine a questo scempio?

    • Premesso che concordo sul fatto che bisogna mettere fine, non so perché ma ho la sensazione che dietro a questi incendi ci siano invece piromani. Sembra che i focolai di partenza erano più di uno e se brucia come farebbero a portare avanti la loro attività di vendita. Del resto, se ricorda lo scorso autunno abbiamo avuto tantissimi incendi nella fascia prealpina, e sono stati anche arrestati dei piromani. Purtroppo la follia delle persone non ha limite e i controlli sono pochi.

      • Invece secondo me sono stati proprio gli spacciatori per vendicarsi degli arresti e dei sequestri di droga effettuati.

        • Perdendo così la zona dove vendere la loro merce e attirando ancora di più l’attenzione, ne dubito fortemente.
          Chiunque sia stato mi auguro che venga beccato, comunque!

Comments are closed.