Stefano tovaglieriSARONNO – Saronno non è proprio una città di mare, eppure è proprio dall’Asd Tresse Diving Club di Saronno che in questi ultimi anni sono emersi, è proprio il caso di dire, apneisti che hanno portato all’apnea italiana, diverse medaglie mondiali, europee e innumerevoli titoli italiani.

Lo scorso gennaio il consiglio federale della Fipsas (Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subacquee) ha proposto a Stefano Tovaglieri, già direttore tecnico dell’associazione saronnese, l’incarico di direttore tecnico della Nazionale di apnea outdoor; ovvero, delle specialità dell’apnea profonda, in mare. Un incarico che arriva a Tovaglieri dopo anni di successi sia come allenatore che come atleta.

Dalla sua scuola di apnea a Saronno, infatti, sono usciti nomi di atleti di prestigio come Paola Parenti medaglia oro al campionato del mondo di jump blue 2006; Paola Tagliabue oro allo stesso mondiale ma in apnea dinamica, Michele Fucarino oro e primatista mondiale di jump blue nel 2011, nonché vincitore di altre medaglie importanti e vari titoli Italiani, Marco Morelli secondo classificato al campionato Italiano di apnea statica con 7’46”.

Persino lo stesso Tovaglieri è stato nazionale e vincitore di una medaglia di bronzo al Mondiale del 2006 nella prova di jump blue siglando, anche se per poco un nuovo record mondiale.

Classe 1959 Stefano Tovaglieri è insegnate di educazione fisica al liceo scientifico Arcivescovile di Tradate. Da anni si dedica all’immersione in apnea. Una passione che nasce da bambino quando trascorreva le vacanze al mare con la famiglia e che ha una sua naturale evoluzione nel 1998 quando diventa Istruttore Apnea Academy, la scuola di Umberto Pelizzari con cui inizia una proficua collaborazione anche per la pubblicazione di diversi manuali diventati testi ufficiali per l’insegnamento dell’apnea e tradotti in sette lingue.

Insignito della medaglia di bronzo al valore atletico del Coni nel 2004 per meriti sportivi Tovaglieri avrà il compito di portare ai prossimi mondiali, che con molta probabilità si disputeranno in Italia nel 2015, la nuova Nazionale di apnea outdoor per difendere la leadership mondiale dell’apnea italiana. “Abbiamo uno dei più bei mari del mondo che circondano la nostra penisola – ci ha detto Tovaglieri – e un nutrito gruppo di apneisti profondisti che hanno all’attivo prestazioni da capogiro ottime premesse per successi Mondiali”.

Ecco un video che presenta l’associazione saronnese

1 commento

  1. Faccio i miei complimenti personali a Stefano, che è stato mio professore di Educazione Fisica al liceo. Auguri per questa sua nuova avventura, dove sicuramente ci metterà passione ed esperienza.

Comments are closed.