CERIANO LAGHETTO – Si sono conclusi entro i termini previsti i lavori per la realizzazione dei nuovi padiglioni del cimitero cittadino, che ospitano 220 loculi, 88 ossari e 4 cappelle private, secondo il progetto messo a bando per la concessione della gestione dei servizi cimiteriali. Nei prossimi giorni verranno completate le pratiche burocratiche per l’effettiva messa a disposizione delle nuove aree.

parte nuova cimitero 3

L’opera è stata realizzata a carico della Cooperativa Ozanam di Saronno, che ha vinto il bando di gara per la concessione dei servizi cimiteriali per i prossimi 10 anni, a partire dallo scorso 23 aprile. In questo periodo, la stessa Cooperativa ha l’obbligo di garantire la manutenzione del cimitero e delle aree di pertinenza. Un servizio che è fin qui stato svolto in maniera più che soddisfacente e che non ha registrato alcuna particolare segnalazione di disagio o difficoltà da parte dei cittadini. L’opera appena terminata ha un valore di circa 450 mila euro che il Comune non sarebbe riuscito a finanziare con mezzi propri e in tempi rapidi come richiesto dalle esigenze del normale andamento demografico. Per questo motivo l’Amministrazione comunale ha intrapreso la strada dell’affidamento in concessione a terzi in cambio della realizzazione dell’intervento. Un passaggio che è avvenuto in seguito alla messa a punto, da parte dell’Ufficio tecnico comunale, di un bando particolarmente dettagliato che garantisce la qualità degli interventi e delle manutenzioni e tutela l’ente pubblico e gli utenti.

E’ stata una scelta inedita da parte dell’Amministrazione comunale e realizzata nella massima trasparenza, attraverso apposito bando pubblico.”Come ho già ripetuto più volte durante l’avanzamento dei lavori, il cimitero è una delle opere pubbliche più importanti che siamo andati a realizzare nel nostro mandato amministrativo e quella a cui tengo in maniera particolare per il valore simbolico del luogo in cui è inserita” commenta l‘assessore comunale ai Lavori pubblici e servizi cimiteriali, Roberto Crippa. A fine maggio, una scritta anonima di minacce rivolta proprio all’assessore, realizzata con vernice spray, aveva profanato il cimitero cittadino, raccogliendo lo sdegno di tutti.

130114