13032015 inaugurazione binario comune stazione (10)SARONNO – Riceviamo e pubblichiamo il discorso dell’assessore alla Comunicazione Giuseppe Nigro all’inaugurazione del nuovo servizio Binario Comune.

“In apertura di questa cerimonia, vorrei ringraziare in modo non formale tutti quelli che hanno creduto in questo progetto e che ne hanno consentito la realizzazione: a chi lo ha pensato e proposto, a Matteo Bottari, segretario del comune di Saronno, fino a poco tempo fa, che ne è stato, convinto assertore. All’ufficio tempi della città, in particolare Luca Paris e Elena Biancherini e a tutti gli altri dipendenti del comune che hanno accettato di condividere questa impresa.

Ringrazio la consigliera Anna Cinelli, delegata ai Tempi della città che ha seguito da vicino il progetto e ultimi, ma non ultimi, Regione Lombardia che ha apprezzato il nostro progetto e lo ha finanziato e Ferrovie Nord Milano che ci ospita in questa simpatica struttura che da tempo era sede del presidio della Polizia Locale.

La città si dota, oggi, di un nuovo servizio che abbiamo denominato “Binario Comune”, uno sportello polifunzionale localizzato alla Stazione delle Ferrovie Nord al servizio dei cittadini di Saronno che fornirà servizi ed informazioni. In particolare i lavoratori e le lavoratrici pendolari potranno trovare, in orari diversi da quelli abituali, molti dei servizi erogati dal Comune e dagli enti che in città operano. Abbiamo con questa iniziativa arricchito di un ulteriore tassello le politiche di conciliazione dei tempi di lavoro con quelli di vita che da tempo persegue Regione Lombardia e che il nostro comune con convinzione ha sposato da anni.
La Pubblica Amministrazione locale si avvicina con questo servizio al cittadino e il cittadino potrà in modo personalizzato fruire del rilascio di documenti anagrafici, restituire i libri presi in prestito in biblioteca, presentare le domande d’iscrizione dei figli agli asili nido e alle scuola dell’infanzia. Presso lo sportello saranno agibili una buona parte dei servizi finanziari e tributari che fanno capo a Saronno Servizi.

Ai servizi si potrà accedere prenotandosi on-line e fissando un appuntamento grazie ad una App che si denomina “Saronnocity” e realizzata da alcuni studenti del Liceo Scientifico “G. B. Grassi”, coinvolti nel progetto.

Quali gli obiettivi del progetto, accanto alla politica di conciliazione dei tempi? Ammodernare e innovare i servizi amministrativi del comune, mettendo in sinergia i numerosi enti che forniscono servizi ai cittadini facilitando l’accesso ai cittadini e in particolare alle donne che si spostano per lavoro.
Vogliamo infine ricordare che questo luogo, la stazione Ferrovie Nord, rappresentato come uno dei luoghi più pericolosi della città vedrà da oggi la presenza di un servizio di pubblica utilità, che simbolicamente e pure concretamente vuole essere un avamposto della pubblica amministrazione per risocializzare e rendere vivibile un luogo altrimenti popolato da ospiti sgraditi e talvolta violenti.

Grazie davvero a tutti per lo spirito con cui è stato portato avanti questo progetto. Spero che “Binario Comune” possa essere foriero di un futuro migliore per i cittadini e per questo luogo, la stazione ferroviaria delle Ferrovie Nord , a cui noi saronnesi siamo affezionati e grati”

13032015

10 Commenti

  1. Il tutto a costo zero? Mi chiedo a che serve uno sportello comunale a pochi passi dal comune .Quindi questa sarebbe la soluzione per cacciare via ospisti sgraditi?? Allora basta collocare un dipendente comunale in ogni angolo? Avete già preparato il cartello con il nuovo nome? “Binario morto”

  2. “…ospiti sgraditi e a volte violenti…” e chi glielo ha permesso? Chi per 5 anni ha fatto lo struzzo dicendo che andava tutto bene? Chi ha più volte dichiarato che l’insicurezza a saronno era solo una psicosi collettiva per screditare l’amministrazione comunale? Chi non ha mai mosso in dito affinché la polizia locale facesse servizio pubblico nei confronti dei delinquenti e non degli onesti cittadini? Chi? …ci faccia il piacere e se torni da dove é venuto…

  3. Nigro non sa più cosa fare per avere un po’ di visibilità. Questo è una delle poche cose utili che è riuscito a fare in 5 anni. Meno male che le elezioni sono vicine e si spera che arrivino personaggi di maggior rilevanza e capacità. E’ una speranza, ovviamente, perchè nella confusione che regna, non c’è molto da sperare.

  4. Ospiti sgraditi che ora faranno orari dalle 5.00 alle 7.00 e dalle 9.00 alla 1.00 di notte. Ma non era meglio potenziare il presidio delle forze dell’ordine alternando polizia ferroviaria e vigili urbani o carabinieri per presidiare questa terra di nessuno che è diventata ormai la stazione di Saronno centro sia in piazzale Cadorna che dentro che nel piazzale retrostante dove succede di tutto e non c’è nemmeno una telecamera di sicurezza.

  5. lamentarsi di continuo è diventata una missione, quasi vi ammiro per la vostra costanza.

  6. Non va mai bene niente, solo lamentele e a volte anche ingiustificate. L’orario e il luogo sono fatti per venire incontro alle migliaia di pendolari che ogni giorno prendono un treno, quindi quale migliore luogo della stazione? Qui si parla di un argomento diverso.

    Potenziare le forze dell’ordine sarebbe fantastico ma forse come molti, dimentica che polizia, carabinieri o polizia ferroviaria non sono controllati da un’amministrazione comunale. Per quanto riguarda la polizia locale, io cercherei quanto meno di averla più fissa possibile in zona stazione.

    • …la Polfer ha una convezione con Ferrovienord e quindi può’ operare e intervenire solo all’interno di aree ferroviarie, la Polizia Locale invece dipende dall’assessorato alla Sicurezza del Comune di Saronno (nigro) che a sua volta è presieduta dal sindaco (porro) Lorenzo, prima di dispensare …. informati!
      In quanto a lamentele … beh io in stazione ci lavoro, vieni a trovarmi, capiresti tante cose …

Comments are closed.