GERENZANO – Mercoledì 12 luglio dalle 10.30 alle 12 alla residenza sanitaria assistenziale Villaggio amico di via Stazione a Gerenzano si terrà l’appuntamento organizzato dall’associazione Spina Bifida Italia nell’ambito del “Summer Camp Asbi 2017” quest’anno con base al Sunset Hotel di Gavirate.

Gli esercizi in acqua per i ventiquattro giovani dell’associazione provenienti da tutta Italia saranno diretti dal fisioterapista non vedente Daniele Cassioli, gallaratese, pluricampione mondiale di sci nautico.”Siamo felici e orgogliosi di mettere a disposizione la nostra struttura per una iniziativa che porterà benessere e divertimento ai ragazzi dell’Asbi guidati da un professionista e campione sportivo come Daniele Cassioli. Grazie alla recente ristrutturazione degli impianti possiamo garantire un servizio moderno ed equipaggiato sia nella piscina sia nel nuovo centro fisioterapico e nella palestra per tutti coloro che abbiano l’esigenza di una corretta riabilitazione – dice Marina Indino, direttore generale area tecnica operativa e responsabile comunicazione e marketing di Villaggio Amico – Siamo consapevoli dell’importanza di poter offrire cure adeguate e soluzioni all’avanguardia, con attrezzature moderne, personale competente e attività terapeutiche stimolanti e funzionali. La collaborazione con la Asbi rientra nel programma di servizi ai pazienti della nostra struttura e ai cittadini del territorio, con percorsi integrati e personalizzati”.

“I nostri Camp non hanno solo l’obiettivo di far trascorrere una mattinata divertente ai ragazzi partecipanti – afferma Maria Cristina Dieci, presidente dell’Asbi – ma hanno soprattutto obiettivi educativi volti a offrire possibilità di crescita e conquista di autonomie tramite la pratica sportiva. Le attività proposte durante i nostri Camp estivi e invernali, organizzati in stretta collaborazione con l’associazione Freerider Sport Events Varese nell’ambito del progetto Fun & Sport, rappresentano occasioni importanti per imparare a stare con gli altri, assumersi nuove responsabilità, acquisire competenze sui luoghi, svolgere attività importanti per la crescita, ma soprattutto per imparare a conoscersi come individui nella relazione con gli altri e con l’ambiente”.

11072017