UBOLDO – E’ tutto pronto per il debutto della Casa dei Talenti che aprirà ufficialmente i battenti mercoledì 1 novembre. Ecco la presentazione del sindaco Lorenzo Guzzetti.

“Ci sono voluti quasi due anni per la gestazione, ma finalmente siamo arrivati in fondo a questa idea che aprirà i battenti formalmente da mercoledì 1 novembre ma che, in realtà, vive da sempre a Uboldo.
La nostra aula polifunzionale dopo quasi 30 anni torna a essere ciò che era: un luogo di educazione, istruzione e formazione.

Un luogo dove mettere alla prova il proprio talento, in particolare modo quello artistico, verificato da un maestro eccezionale insieme a dei professionisti seri e preparati.

Dal 1 novembre, infatti, la Casa dei Talenti sarà affidata al Centro culturale arti figurative Uboldo Arte che ha nel Maestro Fabrizio Vendramin il propulsore, il cuore, la capacità di visione (sì, per chi legge da fuori Uboldo proprio Fabrizio Vendramin, “quello che disegna al contrario e che ha vinto Italia’s Got Talent qualche anno fa”…ormai è una frase che so a memoria).
Qui ci saranno due percorsi sostanzialmente.
Il primo, quello che c’è da sempre, più associativo e dilettantistico con laboratori adatti per hobbisti che possono manifestare il loro talento: Pittura (tecniche olio, acrilico, acquerello, affresco), Disegno (tecnica base, avanzata e copia dal vero), Scultura (modellato argilla e tecniche miste), Fotografia (uso macchina digitale e programma photoshop), Musica (sala prove, lezioni di musica e canto).

Il secondo percorso sarà invece quello che ha come scopo la creazione di una rete virtuosa tra il mondo associativo e il mondo del lavoro professionale. Chi pensa di avere l’x-factor potrà davvero verificarlo con maestri e professionisti in Decorazione (dipinto murale, trompe l’oeil), Scenografia (teatrale e per spettacoli), Sartoria (fashion, modellista e costumista teatrale e truccatore), Design (Computer graphic, elaborazione 3D), Tattoo (operatore di tatuaggi).
In questo modo diamo uno spazio di rilievo alla cultura, all’arte, mettiamo al centro della nostra città il bello, il sano, il gusto.

Ringrazio Fabrizio Vendramin che oltre ad essere il mio pittore preferito (ma il mio Senna non te lo restituisco…) si è lanciato in questa nuova sfida che, mi auguro, possa avere successo.
Da formatore e orientatore dico anche che questa nuova perla uboldese è aperta non solo ai giovani ma anche a chi vuole provare a verificare il proprio talento.

La frase, in questo caso, è quella di un noto film: “Quanto ti hanno pagato per rinunciare ai tuoi sogni?”
Pensateci, non è mai troppo tardi!
Lorenzo

2 Commenti

  1. Beh …magari qualcuno dei Telos potrebbe mettersi alla prova e vedere se ha l’x-factor per i murales, così finalmente la smetterà di imbrattare i muri di Saronno. 🙂

Comments are closed.