BUSTO ARSIZIO – “Parlamentari in aula” agli istituti “Olga Fiorini”. L’altra mattina in via Varzi a Busto Arsizio ha preso il via al progetto con il primo incontro con l’eurodeputata saronnese Lara Comi.

In cattedra per un giorno i rappresentanti delle istituzioni, nelle aule degli istituti Olga Fiorini di Busto. “Parlamentari in aula” è un progetto rivolto agli alunni delle classi quarte del liceo internazionale per l’innovazione e delle classi quinte del liceo delle scienze umane, che sono le classi che vanno verso l’esame di maturità. “Si tratta di un progetto che rientra nello sviluppo delle competenze di cittadinanza come richiesto dal ministero dell’istruzione – spiega la responsabile del progetto, Monica Gorrasi, docente di diritto ed economia in Acof – consentirà ai ragazzi di acquisire una conoscenza più approfondita dei fenomeni giuridici ed economici, di avvicinarli alle istituzioni e dunque, al rispetto per le stesse e per la vita pubblica e di formare cittadini attivi e partecipi, consapevoli dei loro diritti e dei loro doveri, diffondendo i valori della Costituzione e dell’integrazione europea”.

Il primo appuntamento si è svolto con un’ora di lezione tenuta dall’onorevole Lara Comi, europarlamentare di Forza Italia e vicepresidente del gruppo Ppe, che ha illustrato in sintesi le regole di funzionamento delle istituzioni europee, concentrandosi in particolare su alcune tematiche di stretta attualità (ad esempio cosa significa la procedura di infrazione) e rispondendo ad una serie di domande da parte dei ragazzi su varie questioni della politica italiana ed europea. Il prossimo appuntamento è già fissato per lunedì prossimo, 21 gennaio: sarà ospite un altro esponente politico del territorio, il senatore Gianluigi Paragone del Movimento 5 Stelle, il cui intervento sarà focalizzato sul funzionamento delle istituzioni nazionali. Il ciclo di incontri si chiuderà con altre due lezioni, dedicate rispettivamente alle istituzioni regionali, alla presenza di un consigliere regionale, e locale, alla presenza di un consigliere comunale. “In linea con le direttive ministeriali, tocchiamo tutti i vari livelli istituzionali, dal comune all’Europa – sottolinea la vicepreside degli istituti Acof, Giovanna Logozzi – Ringraziamo i nostri parlamentari per la disponibilità a far conoscere ai nostri ragazzi il mondo delle istituzioni per avvicinarli alla vita pubblica”. Gli incontri rientrano in un percorso di “Costituzione e cittadinanza” che verrà seguito e approfondito anche nel corso del programma didattico delle classi coinvolte.

16012019

5 Commenti

  1. ma basta.. adesso fa anche la maestrina. ma tanto non ti votiamo più. hai stancato

  2. Lara occhio ai leghisti sono quello che non ti vogliono in Europa ne hanno un sacco da sistemare ,pessimi sia in inglesi che con il dialetto lombardo

Comments are closed.