FAGNANO OLONA – Nelle prime ore della mattinata odierna i carabinieri della stazione di Fagnano Olona hanno arrestato, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, un cittadino nordafricano di 35 anni, volto già noto alla legge, regolare sul territorio nazionale. Il provvedimento è stato emesso dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Busto Arsizio su richiesta della locale procura della Repubblica, che ha accolto integralmente gli esiti dell’attività d’indagine e gli accertamenti svolti dai militari della stazione di Fagnano.

I carabinieri hanno accertato che l’uomo aveva posto in essere maltrattamenti – sfociati anche in diversi episodi di violenza sessuale – nei confronti della compagna, convivente (una sua coetanea) che, dopo anni di abusi, ha trovato la forza ed il coraggio di denunciare quanto subito. Particolarmente gravi alcune delle condotte dello straniero, realizzate colpendo la donna con pugni al corpo e al volto, utilizzando una cintura per colpirla, coprendole la bocca con le mani per impedirle di urlare, trascinandola per casa tirandole i capelli e minacciandola ripetutamente di morte. In un’occasione, nei pressi della caserma Nato di Solbiate Olona, i militari lo avevano sorpreso mentre stava litigando violentemente con la compagna a bordo dell’auto, ma l’uomo, accortosi dell’arrivo dei carabinieri, aveva scaraventato la donna fuori dal veicolo e si era dato alla fuga. L’arrestato è stato tradotto nel carcere di Busto Arsizio a disposizione dell’autorità giudiziaria.

22072019