SARONNO – Originario dell’Umbria ed abitante a Saronno, non ce l’ha fatta ed è stato stroncato dal coronavirus: non è bastato il ricovero in terapia intensiva al nosocomio di piazza Borella per salvare Giovanni Rufini, 73 anni, nativo di Nocera Umbra. Ai famigliari è giunto il messaggio di cordoglio da parte del sindaco del suo paese di origine, Giovanni Bontempi. Sulla pagina Facebook di Rufini i tanti messaggi di cordoglio di conoscenti ed amici; anche da Nocera con la quale aveva sempre mantenuto stretti contatti.

All’ospedale di Saronno è stata raddoppiata la terapia intensiva, passata da 8 a 16 posti letto; ed anche il settore della sub-intensiva al fine di creare spazi per collaborare con altri ospedali della Lombardia e del resto d’Italia in difficoltà per via dell’emergenza coronavirus. A Saronno si sono per ora registrati 85 casi positivi al coronavirus.

(foto: una immagine sorridente di Giovanni Rufini, tanti i messaggi di cordoglio su Facebook per la sua scomparsa)

05042020

1 commento

Comments are closed.