SARONNO / GORLA MINORE – I carabinieri della stazione di Gorla Minore, nel pomeriggio di ieri, hanno arrestato un tunisino 39enne, ricercato dal 2015 destinatario di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Busto Arsizio a seguito della condanna per reati in materia di immigrazione clandestina.

Non avevano perso le speranze i militari della stazione (che fa riferimento alla Compagnia di Saronno), che continuavano a monitorare la sua abitazione ormai abbandonata da anni, finché ieri c’è stato il positivo epilogo. Avevano notato movimenti già dalla sera prima proprio all’interno della casa. Sembrava che qualcuno fosse rientrato. Per questo i carabinieri, che conoscevano bene il ricercato poiché in passato era stato da loro denunciato più volte, hanno deciso di appostarsi sperando di sorprenderlo o di identificare un eventuale parente che potesse condurli a lui. In realtà, da quell’appartamento è stato visto uscire proprio l’interessato che, affiancato in strada dai militari, non ha opposto resistenza. Anche se sorpreso per l’intervento effettuato, si è lasciato condurre in caserma.

Dichiarato in arresto, il 39enne è stato condotto nel carcere di Busto Arsizio dove sconterà la pena inflitta per reati sull’immigrazione clandestina commessi nel 2012 in provincia di Varese.  Gli ultimi anni da ricercato li avrebbe trascorsi a Marsiglia, in Francia.

(foto archivio)

21082020

1 commento

Comments are closed.