BOLLATE / VARESE – Ordinanza del governatore di Regione Lombardia, Attilio Fontana: da domani alle 18 la città di Bollate, oltre a Viggiù nel Varesotto, Castrezzato nel Bresciano e Mede nel Pavese diventano Zona rossa. Lo ha dunque stabilito Fontana alla luce dei cluster che si sono registrati per quanto riguarda i contagi di coronavirus, in particolare legati alla variante inglese. Dopo una consultazione con il ministero della Salute, è stata firmata l’ordinanza regionale.

Proprio nelle scorse ore a Bollate si era tirato un sospiro di sollievo alla luce degli esiti della prima parte dei tamponi eseguiti nel fine settimana sui cittadini che avevano evidenziato la presenza di soli 8 casi. Ma evidentemente il pericolo di diffusione della variante inglese, proprio alle porte di Milano, è stato giudicato troppo grande e la cittadina va dunque in Zona rossa. Ci si trova sulla direttrice dell’ex Varesina, fra Saronno e Milano.

Malgrado i numeri dei nuovi contagi da coronavirus oggi in Lombardia siano al ribasso, nuova impennata nel Varesotto, con +286; alto anche il Comasco con +182. Mentre in Brianza +72. Provincia col maggior numero di nuovi casi quella di Milano, +400

In Lombardia a fronte di 29.846 tamponi effettuati, sono 1.696 i nuovi positivi (5.6 per cento, ieri 6.6 per cento). I guariti e dimessi sono 1.615. I decessi sono stati oggi, sul territorio lombardo, sono stati +38 (mentre ieri erano stati +35).


Per informazioni o per le richieste di aiuto riguardo all’emergenza coronavirus. Numero verde gratuito: in caso di sintomi influenzali o problemi respiratori 800894545. Evitare di utilizzare il numero 112 per non intasare le linee, lasciarlo libero per le emergenze sanitarie.

Informazioni generali: chiamare il numero 1500, numero di pubblica utilità attivato dal Ministero della Salute o telefonare al proprio medico di medicina generale o al medico pediatra.

16022021

2 Commenti

Comments are closed.