SARONNO – Riceviamo e pubblichiamo la nota dell’Amministrazione comunale firmata dal sindaco Augusto Airoldi

Ci sono anniversari e Feste istituzionali che a volte noi Sindaci celebriamo per dovere istituzionale.
Oggi no.
160 anni fa il nostro Paese diventava ufficialmente l’Italia unita che conoscono i Saronnesi, i Lombardi e gli Italiani. Mai come oggi capiamo il senso civico di quello che avvenne allora. Mai come oggi, ogni giorno, vediamo cosa significhi essere tutti parte della stessa comunità di italiani che combattono con le stesse armi la più grande crisi che abbia toccato le nostre generazioni e che prima del covid-19 aveva visto una sola grande pandemia con la spagnola circa un secolo fa.

Le regole alle quali stiamo dignitosamente aderendo da un anno e i sacrifici familiari, lavorativi, imprenditoriali, educativi e sociali che stiamo facendo tutti indistintamente, tutti uniti, sono la più grande prova di unità che davvero, nei fatti e non nei ricordi, abbiamo mai dato. È facile essere uniti per identità e memoria, molto più difficile esserlo nelle scelte. Io sono orgoglioso di come la stragrande maggioranza dei Saronnesi stanno dimostrando da un anno la loro capacità di essere uniti e stretti in una comunità che è della nostra città ma che è leale alle scelte e ai destini del nostro Paese.

Adesso più che mai meritiamo, per questo, di ricevere dal nostro Paese altrettanta dimostrazione di unità nella gestione di questa fase critica della lotta alla pandemia che deve vedere più unitario che mai lo sforzo per la campagna di vaccinazione. Una campagna che non può permettersi di essere a velocità diverse tra Regioni diverse e soprattutto tra categorie sociali diverse. Altrettanta prova di unità il Governo ce la darà con tutte le azioni che sta mettendo in campo per gli aiuti a famiglie, lavoratori, imprese e nei progetti che dovranno partire per rilanciare anche di città come la nostra dalla crisi provocata dalla pandemia.
Uniti ce la faremo.

6 Commenti

  1. Il vero problema è Lei. Purtroppo non ha le competenze, i fatti parlano, per fare il Sindaco. Si dimetta per il bene di Saronno.

  2. AIROLDI!!!
    per l’ennesima volta tante parole, in verità anche apprezzabili, ma restano sempre e solo parole.
    Rammentiamo di essere sempre in attesa dei fatti: per esempio i dati degli interventi della Polizia Locale in tema di sicurezza per la pandemia e non solo.

    P.S.: rispondiamo qui al sig. Marino Rimoldi semplicemente ricordando che chi scrive nel gruppo “AIROLDI!” non è una sola persona, ma un gruppo di persone liberamente associate. Nessuno di noi è iscritto o ha la tessera di nessun partito politico, riveste cariche pubbliche, fa parte di liste civiche o associazioni politiche o culturali.
    Si metta il cuore in pace, sig Rimoldi, sappiamo di “dar fastidio” con i nostri commenti, ma ci siamo resi conto che purtroppo questa Amministrazione non sta facendo niente per Saronno ed è completamente inadeguata per gestire il periodo pandemico in cui versa la città. Spiacerà a lei, sig. Rimoldi, ma di consensi il nostro gruppo ne sta raccogliendo parecchi e questo ci sprona ad essere sempre più incisivi e “sul pezzo” utilizzando, al momento, lo spazio che ilsaronno ci concede nell’angolo dei commenti.

    • AL SOLITO ANONIMO CHE URLA
      Il solito anonimo riferisce che non è solo, ma fa parte di un “gruppo”, allora si dovrebbe scrivere “ANONIMI”. È una questione elementare di lingua italiana!
      Mi permetto dare un consiglio al “gruppo di liberi pensatori”: la prossima volta presentatevi con i vostri dati anagrafici. Visti i vostri continui attacchi a senso unico, se non vi presentate con i vostri nomi e cognomi, qualcuno potrebbe credere che fate parte di…
      Nella qualità di “liberi pensatori”, perché nella scorsa amministrazione non avete urlato “NO alla inutile e costosa area feste”?  Da liberi pensatori indipendenti sicuramente siete stati contrari a quell’enorme spreco a carico dei Saronnesi!
      Restiamo (io e qualche lettore) in attesa di una vostra prossima e motivata spiegazione relativa al vostro mancato “NO” alla inutile e costosa area feste.
      Devo comunque dire che i vostri interventi portano una certa allegria!
      Vi saluto con simpatia!
      PS. Mi sento quasi un “poeta”: allegria fa rima con simpatia!

  3. Grazie Sig. Sindaco, anche io sono orgoglioso di averle dato il mio voto e mi ritengo soddisfatto dei suoi primi mesi.

  4. Gruppo AIROLDI!!! bene la precisione; però perché l’anonimato ? Perché non uscire semplicemente allo scoperto? L’opaticita’ è sempre sospetta .

Comments are closed.