SARONNO – “Una domenica fantastica, dopo 11 anni di assenza della StraMatteotti. Erano presenti oltre 300 persone in tenuta ginnica che hanno girato per le vie del Quartiere”

E’ il commento di Lorenzo Puzziferri il giorno dopo dell’iniziativa che ieri ha animato il quartiere a sud di Saronno.

Ma torniamo un attimo indietro: 1 Maggio 2021, primo incontro del Comitato “La Fenice”, un gruppo informale di cittadini che decidono di mettersi insieme per riattivare dal punto di vista partecipativo il quartiere con l’intento di individuare criticità strutturali e di sviluppare iniziative di interesse generale.
In 5 mesi per ogni settore, in base alle attitudini e gli interessi dei volontari, sono successe tante cose: c’è chi si è cimentato nel creare una nuova associazione sportiva all’interno dello skatepark; chi si è interessato a sviluppare iniziative culturali nel quartiere tramite la pitturazione delle panchine di Via Amendola e le letture di testi il Martedì sera; chi si è interessato ad allestire il maxischermo in oratorio per la proiezione delle partite degli Europei di calcio; e chi, proprio il giorno prima della StraMatteotti e non solo, si è dedicato alla pulizia degli spazi urbani della zona con la collaborazione delle associazioni ambientali.

Mattone dopo mattone aumenta la consapevolezza che questo percorso si stia incanalando nella direzione giusta e la StraMatteotti ne è stata una reale dimostrazione con l’avvicinamento a uno degli obiettivi del Comitato, ovvero quella di coinvolgere attivamente i “matteottiani” alla vita del quartiere.

Con questa occasione il Comitato è riuscito farsi conoscere maggiormente ai residenti del quartiere. Si auspica, perciò, la possibilità di ampliare la squadra per individuare ulteriori temi e altre iniziative da svolgere all’interno del Matteotti.

Partecipare al comitato di quartiere non è solamente importante per quanto concerne la realizzazione di eventi, ma dà anche la possibilità di presentare i reali problemi che la zona riscontra nella vita quotidiana all’interno di un gruppo, il quale è realmente interessato alla risoluzione di questi, dal momento che ha a cuore il proprio quartiere.
Si è arrivati fino a questo punto con l’impegno delle persone che volontariamente si sono messe a disposizione, perciò un grande GRAZIE ai volontari del Comitato Fenice; a Suora Annunciata e alla Parrocchia San Giuseppe; al centro aggregativo giovanile Tam Tam; alle associazioni Anima e Core, Associazione Carabinieri, Croce Rossa e Ambiente Saronno; alle cooperative CLS e Ozanam; alle associazioni sportive The Other Side, Running, Gap e Fbc Saronno; agli sponsor commerciali; e all’Amministrazione Comunale per il supporto tecnico.

Questo è solamente l’inizio! Concludo perciò con l’invito a entrare all’interno del gruppo Fenice, con lo scopo di proseguire con le iniziative e dare voce alle esigenze dei residenti!

8 Commenti

  1. Matteotti salvato con la corsa.
    Dopo i bagolari salvati.
    Passate a salvare altro!
    Tipo tutti gli altri giorni al Matteotti o tutti gli altri problemi di via Roma

  2. Gentile signor Puzziferri, vorrei ricordare che Saronno ha tanti quartieri o rioni che devono essere rilanciati.
    La stessa cosa vorrei ricordala anche alla signora Ciceroni.
    In sostanza state pensando solo ed esclusivamente al “Matteotti” e non capisco perché, o forse lo capisco ma non vorrei fosse così come ne ho il sospetto.
    Datevi da fare anche per tutta l’altra Saronno che fate finta di dimenticare che esista.

    • Le iniziative al quartiere Matteotti sono state ideate e realizzate dai cittadini del quartiere Matteotti. Lei cosa ha fatto per migliorare il suo quartiere, visto che si lamenta?

    • Gentile sig. Anonimo vorrei ricordarle che siccome Saronno ha tanti quartieri che devono essere rilanciati, esattamente come hanno fatto i volontari del quartiere Matteotti per il proprio rione, anche lei può rimboccarsi le manicucce e tentare rendere più bello e vivibile il suo. Sono certo che né l’assessore Ciceroni né il consigliere Puzziferri si opporranno alla sua buona volontà.

  3. Bravi…..non c’è altro da aggiungere….!!!! Questa è la dimostrazione che quando si fanno iniziative belle nessuno osa commentare impropriamente…..!!!!! Bravo Lorenzo di OS e bravi a tutti quelli che hanno contribuito a tale successo….!!!!

  4. E gli altri quartieri? Come mai vi concentrate sul Matteotti? Forse perché vi votano?

  5. Buongiorno Anonimo. Mi sarebbe piaciuto avere un confronto con lei ma non si è firmato.
    Credo si stia facendo un po’ di confusione. L’incontro del Matteotti, a cui evidentemente lei non ha partecipato o saprebbe le cose che sto per dire, non è partito dall’amministrazione ma da privati cittadini, nonostante a quell’incontro fossero stati invitati vari assessori. Durante questo incontro l’amministrazione si è resa disponibile a favorire le INIZIATIVE DI PARTECIPAZIONE DEI CITTADINI, che hanno previsto la pittura delle panche di via Amendola, le letture del martedì e appunto la Stramatteotti.
    Ma tutte queste iniziative, pur patrocinate dal comune sono partite dal basso.

    E mi spiace che, per faziosi motivi politici, non si voglia riconoscere a Lorenzo l’impegno che ha messo in prima persona in queste iniziative

Comments are closed.