Home Groane Ceriano Laghetto Ceriano Laghetto: arte e consapevolezza nella serata contro la violenza sulle donne

Ceriano Laghetto: arte e consapevolezza nella serata contro la violenza sulle donne

183
1

CERIANO LAGHETTO – Nella serata di venerdì 26 novembre, l’Amministrazione comunale di Ceriano Laghetto, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, ha organizzato un incontro ricco di spunti di riflessione sull’argomento, fornendo anche indicazioni utili sul fronte legale per prevenire e reprimere situazioni di potenziale pericolo.

Il dipinto “Verso la Luce” della pittrice cerianese, Bruna Prando, la panchina rossa, simbolo del posto vuoto lasciato dalle donne assassinate, insieme alla poesia scritta e recitata dalla poetessa Rossella de Cicco, hanno espresso in maniera efficace il significato del dolore e dello sgomento provocato per ogni  vittima di violenza. “Si è parlato di donne abusate, ferite, umiliate, rassegnate, donne che troppo spesso vengono uccise” ha spiegato l’Assessore ai Giovani Antonella Imperato, promotrice dell’evento.

“Qualche possibilità per evitare tutto questo dolore esiste. Reagendo, denunciando i casi di stalking, di violenza domestica, di molestie sul lavoro”. Enrico Perego, maestro di difesa personale e responsabile del gruppo sportivo Rsfc, che da anni propone corsi di kickboxing, Krav maga e difesa personale nella palestra del Centro civico a dal Pozzo, durante la serata, ha dato importanti nozioni relative alla difesa personale, ma anche indicazioni preziose sul fronte legale e di prevenzione, nel suo ruolo di ufficiale di polizia.

Sono stati sottolineati aspetti di primaria importanza come la massima attenzione quando si cammina per strada, la distanza di sicurezza da tenere in presenza di sconosciuti, l’importanza dell’urlo in richiesta di aiuto in caso di necessità.

Si è assistito ad una dimostrazione pratica degli allievi del gruppo Rsfc, relativa alle tecniche di autodifesa. “Si può reagire ad un’aggressione, con la massima lucidità possibile, trovando in sé stesse il coraggio di non arrendersi Hai una possibilità di sopravvivere e non soccombere” è questo il messaggio conclusivo dell’evento. A fine serata un’occasione di dialogo e approfondimento per tutti i partecipanti, allietato dall’aperitivo a cura del Centro Associazioni Regioni d’Italia di Michele Castelli.

“Il ruolo della famiglia, della scuola , delle Amministrazioni a tutti i livelli  nel diffondere la cultura del rispetto è importantissimo ed è la base su cui costruire la società di domani – rimarca l’assessore cerianese Imperato – Ma nella realtà quotidiana, nel frattempo che questa cultura attecchisce, nel frattempo che inauguriamo panchine rosse, allestiamo scenografie con scarpe rosse e petali rossi nel vento, nel 2021 i femminicidi  sono ancora troppi. Nel vivere quotidiano è necessario che le donne abbiano consapevolezza, nozioni e strumenti pratici per scampare ad un pericolo concreto e salvarsi la vita”.

03122021

1 commento

Comments are closed.