Telos, pugno di ferro di Fagioli: “Subito le denunce. Se si può anche il Daspo urbano”

SARONNO – “Andremo a fondo della questione, non possiamo permettere che questi episodi si ripetano con continuità e sempre da parte delle stesse persone”. Così il sindaco Alessandro Fagioli prende posizione rispetto all’occupazione della palazzina di piazza Indipendenza da parte di alcuni personaggi aderenti al “Telos”, anche perché si sono registrati diversi danni alla struttura. “Abbiamo monitorato la situazione fin dall’inizio dell’occupazione, grazie anche dall’ottimo lavoro svolto dagli agenti della Polizia locale. E grazie alle testimonianze fotografiche da noi raccolte, ma anche da diverse segnalazioni di alcuni cittadini che ringraziamo, siamo anche riusciti a individuare i singoli responsabili degli atti di vandalismo”.

La struttura ha subito danni al sistema di sorveglianza, con la telecamera che è stata messa fuori uso; ma anche all’interno e all’esterno, dove le pareti sono state prese di mira dagli occupanti. “Non esiteremo a chiedere i danni ai responsabili – prosegue il sindaco – visto che grazie all’ottimo lavoro svolto sappiamo esattamente chi è stato a fare cosa. Tra l’altro si tratta di individui ben noti alle forze dell’ordine, diversi dei quali hanno già pendenti dei provvedimenti che sulla carta gli impedirebbero anche solo di avvicinarsi a Saronno o in certe zone sensibili. Faremo presente anche questo a chi di dovere, alle autorità competenti: intanto partiranno le sanzioni dirette alle singole persone, nonché le relative denunce non solo a livello amministrativo ma anche penale”.

Continua il sindaco: “Ora vedremo se i provvedimenti che ci hanno detto siano ancora più restrittivi possano contribuire a porre un freno a certi episodi che non intendiamo tollerare; noi dobbiamo agire di concerto con altri soggetti come la Prefettura ad esempio e il nostro lo facciamo sempre. Siamo molto determinati sulla questione: qui non si tratta di manifestare, che sarebbe anche sacrosanto; siamo di fronte a individui, peraltro già recidivi, che occupano e rovinano strutture private e pubbliche. E noi abbiamo il dovere di intervenire”.

Insomma a margine della nota ufficiale il sindaco Fagioli riassume: “Denunceremo i responsabili per l’occupazione e l’imabrattamento e valuteremo anche se ci sono i margini per ricorrere ai Daspo urbani”.

14032017

30 Resposte a Telos, pugno di ferro di Fagioli: “Subito le denunce. Se si può anche il Daspo urbano”

  1. Anonimo Rispondi

    14/03/2017 a 12:29 pm

    Ohhh, la’, finalmente prende la situazione di petto: qui ti giochi tutta la credibilità, non puoi più sbagliare!

    • Anonimo Rispondi

      14/03/2017 a 3:16 pm

      E finalmente!!! Adesso si passi dalle parole ai fatti!!!
      DASPO urbano: la legge lo consente, basta applicarla, non solo per i Telos ma anche per gli spacciatori e gli “irregolari” presenti sul territorio.
      Adesso si vada a fondo di questa incresciosa situazione provocata dai telos e se ne renda edotta la cittadinanza sugli obiettivi raggiunti. Grazie.
      Saluti.

  2. Aldo Rispondi

    14/03/2017 a 12:40 pm

    Bene e’ ora di farla finita una volta per tutte con questi delinquenti

  3. Vladimiro Rispondi

    14/03/2017 a 12:53 pm

    Parole di fuoco. poi se si ricorderanno o faranno a tempo, tenteranno di intervenire.

    • anonimo Rispondi

      14/03/2017 a 3:56 pm

      tu ovviamente speri che non ce la facciano… giusto?!?

      • Vladimiro Rispondi

        15/03/2017 a 8:31 am

        Ovviamente

  4. Giudy Rispondi

    14/03/2017 a 1:06 pm

    Occupano e ridanno nuova vita strutture pubbliche e private lasciate in stato di abbandono e degrado dai legittimi propietari, sia più preciso per favore

    • anonimo Rispondi

      14/03/2017 a 3:57 pm

      beh… “ridanno nuova vita” è un parolone.

  5. Anonimo Rispondi

    14/03/2017 a 1:38 pm

    Signor Sindaco, lei dopo tanti anni di mal governo cittadino le faccio i miei piu’ grandi complimenti, non ho partito, certamente non sono di sinistra cio’ che ha devstato l’Italia in questi 50 anni, salvi Saronno, elimini i Telos , brutta immagine per tutti i giovani, le do fiducia perche’ lei viene a volte odiato da chi ha fatto di questa citta’ un paese distrutto. Non si faccia prendere dai pettegolezzi da persone che alla fine hanno costruito la realta’ di questa citta’. Le persone che vivono di ideologie sono come gli alieni, non hanno capito di essere piu’ stranieri loro che gli alieni stessi. Signor Sindaco se ne freghi dei tromboni stonati, la ciita’ che lavora e’ dalla sua parte e denunci con il carcere chi non rispetta le proprita’ comunale ed il diritto privato cosa che e’ d’importanza totale dalle persone di faziosita’ sinistroide che non dividono a chiunque i loro beni e diritti.

    • Anonimo Rispondi

      14/03/2017 a 4:19 pm

      Si ma poi vogliamo risultati, non bastano le parole.
      Siamo a 2 anni dalla elezione e non e’cambiato nulla, mentre in campagna elettorale ci disse che sarebbero bastati solo pochi mesi per eliminare il Telos.

    • Anonimo Rispondi

      14/03/2017 a 7:12 pm

      cito dal tuo commento:
      “Le persone che vivono di ideologie sono come gli alieni, non hanno capito di essere piu’ stranieri loro che gli alieni stessi”.

      Tu credi davvero che il sindaco Fagioli sia un mistico che sente le voci come Giovanna D’arco e non un politico che vive di ideologie?

      Vedo una strana contraddizione in quello che dici. E voglio essere buono.

  6. an podi pú de certa gent Rispondi

    14/03/2017 a 1:46 pm

    il daspo? ci vuol ben altro….ma non posso dirlo.

  7. Anonimo Rispondi

    14/03/2017 a 1:58 pm

    rovinano cosa??? cose fatiscenti, di cui non sapete trovare un utilizzo decente.

  8. anonimo Rispondi

    14/03/2017 a 2:01 pm

    Si è svegliato alleluja !

  9. Benito Rispondi

    14/03/2017 a 2:33 pm

    La daspo anche agli spacciarori islamici indesiderati spazzatura come i telos

  10. Saronnese D.O.C. Rispondi

    14/03/2017 a 3:53 pm

    Se partono le denunce come ha detto il Sindaco , poi però devono intervenire anche altre persone come Prefetto , Magistratura , che non lascino poi dormire la situazione , come purtroppo aaccade spesso in Italia; altrimenti i vari telos continueranno ad essere impuniti.

  11. Enzo Rispondi

    14/03/2017 a 4:48 pm

    Odio le persone che si fanno forte dell’anonimato per esprimere il loro pensiero…..vuol dire non avere il coraggio delle proprie azioni. .

    • Anonimo Rispondi

      15/03/2017 a 7:51 am

      Io sono anonimo, tu sei enzo chi?

  12. Il Troglodita Rispondi

    14/03/2017 a 4:59 pm

    Il codice civile prevede la possibilità di occupare, se l’iter è stato seguito onestamente non lo so.
    So solo che ogni edificio abbandonato a se stesso è un pugno nel culo a chi non può avere un tetto sopra la testa. Ben vengano i centri sociali e gli Squat (e ve lo dice uno a cui il Telos sta sul cazzo).

  13. Antonio Rispondi

    14/03/2017 a 5:09 pm

    Fogli di via!! E’ la cosa più utile. Se ti fa schifo la tua città, c’è solo l’imbarazzo della scelta in Italia o (meglio) nel resto del mondo.

  14. stefania Rispondi

    14/03/2017 a 6:32 pm

    cari cittadini esiste una legge che obbliga i comuni ad esproriare tutti gli edifici abbandonati, non utilizzati, da oltre 5 anni e per almeno il 90% della struttura, affinchè possano essere, dopo un preciso iter amministrativo, restituiti ad una funzione pubblica. Quindi, chi ha abbandonato un immobile, generando in questo modo degrado e abbandono, togliendo dalla disponibilità cittadina uno spazio edificato, riceve una diffida che impone di sistemarlo. Se la proprietà non lo fa in 90 giorni, il Comune lo ristruttura anticipando i costi e imputandoli alla proprietà. OVVIAMENTE nessun Sindaco si prende la briga di espropriare….Politicamente sarebbe controproducente..Per cui noi ci ritroviamo in una città piena di aree enormi e fatiscenti, ricettacolo di delinquenza, quella vera…Ma tranquilli che quando arrivano le grosse immobiliari e c’è l’affare per tutti.. Poi si sistemano…

    • Anonimo Rispondi

      15/03/2017 a 7:43 am

      numero e anno della legge, prego!

      • stefania Rispondi

        15/03/2017 a 1:37 pm

        il testo unico con l’articolo 7-bis, prevedendo la facoltà del comune di espropriare immobili in stato di abbandono da almeno dieci anni,in ogni caso internet ce l’hai mi sembra…informati…

    • 100% sarunat Rispondi

      15/03/2017 a 9:08 am

      scordati che le grosse immobilliari facciano qualcosa a Saronno, è una città senza futuro. Il fallimento delle torri di Botta è li da vedere. moriremo dismessi

  15. Yellow Rispondi

    14/03/2017 a 7:49 pm

    cippirimerlo Fagioli!
    Che ne dici, la prossima volta, di documentare le pessime condizioni in cui la tua amministrazione lascia gli edifici abbandonati?

  16. Anonimo Rispondi

    14/03/2017 a 9:46 pm

    Basta parole, vogliamo​ i fatti

  17. Anonimo Rispondi

    15/03/2017 a 8:12 am

    ERA ORA!!!! AVANTI COSI’

  18. Fagiolo nel Sac! Rispondi

    15/03/2017 a 8:25 am

    C’è scritto se si può e quindi non farà nulla…. Poi che soluzione sono i daspo? Chi li farà rispettare … Ma per piacere… Piuttosto usasse i suoi omini verdi a Roma per interrogare il Ministro degli Interni…. X la multa dei manifesti l’hanno fatto!

    • leoelle42 Rispondi

      15/03/2017 a 9:35 am

      e anche con il senatore Candiani al Senato,con quali risultati?

  19. Anonimo Rispondi

    15/03/2017 a 2:45 pm

    Ulp! Comincio ad aver paura: se prende in mano la situazione il fagiolone in persona rischiamo tutti che il telos ci occupi anche le nostre case …

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.