ORIGGIO – Continua il presidio delle lavoratrici delle cooperative che operano nella sede logistica di Largo Boccioni che mercoledì mattina hanno scoperto di essere rimaste senza lavoro quando si sono presentate davanti al cancello e non hanno potuto accedere perchè che hanno disattivato i badge.

“Ci sono persone che lavorano qui da oltre 10 anni – spiegano mentre presidiano davanti ai cancelli – abbiamo il diritto di avere risposte precise su quanto accaduto e sugli scenari futuri”.

Giovedì pomeriggio si è tenuto un incontro con il sindacato Si Cobas, la proprietà del magazzino e le cooperative. “E’ stato un punto di partenza – spiega il delegato sindacale Davide Orsini – per fare il punto della situazione entreremo nel vivo nell’incontro di lunedì parlando del reintegro di lavoratrici che potranno essere assorbite dall’azienda e di buonuscita per gli altri. Il lavoro da fare è ancora molto ed anche gli aspetti da chiarire”.

Intenzionate a farsi valere le lavoratrici intenzionate a continuare il presidio anche nella giornata di lunedì. Oggi sono arrivate davanti ai cancelli intorno alle 6 ed hanno iniziato un presidio pacifico senza blocchi ai mezzi: “Oggi è in corso un altro incontro con i vertici della Neologistica e le cooperativa – concludono – aspettiamo di sapere esattamente la situazione e poi faremo le nostre valutazioni ma siamo pronti a tornare a fare blocchi”.

06042018

3 COMMENTI

  1. È inaccettabile un comportamento così inadeguato, così irresponsabile, così disinteressato, praticamente….. da chi ha la possibilità, la responsabilità di comportarsi in un modo così da persona ………… che non sa assumersi la responsabilità di lasciare a casa dipendenti, di abbandonare famiglie in difficoltà.

  2. Non si perde una commessa da un giorno all’altro e non si disattivano 130 badge dall’oggi al domani senza neanche avvisare i lavoratori

SCRIVI UN COMMENTO

Pe favore, inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci qui il tuo nome