CARONNO PERTUSELLA – Si è conclusa intorno alle 20,20 l’odissea di Giuseppe Di Vittorio il 45enne residente a Milano che questo pomeriggio è salito sul tetto di una delle palazzine del deposito Airpullman  di via Trieste.

L’uomo aveva iniziato la propria protesta per chiedere di riprendere a lavorare:”Scendo solo quando mi date un pezzo di carta con scritto che da domani posso riprendere a lavorare” ha urlato più volte dal tetto su cui è salito dopo aver affisso uno striscione.

E’ rimasto lì 4 ore durante le quali i pompieri di Saronno con l’ausilio un’autoscala arrivata da Varese hanno cercato di prendere tutte le precauzioni del caso, da un maxi cuscino gonfiabile alla presenza di due vigili sull’autoscala per garantire la sicurezza dell’auto. A convincere l’uomo a tornare a terra dove lo attendeva la moglie sono stati i carabinieri. Il comandante della stazione di Caronno Pertusella Roberto Granatiero e quello della compagnia Giuseppe Regina hanno parlato initterottamente con l’uomo al cellulare.

L’hanno convinto prima a consegnare il liquido infiammabile e la catena che aveva portato con sè sul tetto e poi a scendere di un piano e quindi a terminare la sua protesta. L’uomo è salito sull’autoscala dei pompieri che l’han riportato a terra.

07102013