18102014 alessio lega in piazza con assemblea antifascista contro razzismo (8)SARONNO – Un evento in uno dei luoghi simboli “dell’insicurezza in città” ed una biciclettata per vivere Saronno in un modo diverso: sono le iniziative organizzate dall’assemblea antifascista saronnese.

“Forza Nuova e Fiamma Tricolore hanno annunciato la formazione di ronde che a partire da novembre pattuglieranno Saronno – spiegano in una nota gli attivisti – l’obiettivo (o il pretesto) di tali ronde sarebbe, a loro dire, la prevenzione dei fenomeni di micro-criminalità che hanno popolato, forse ad arte, le cronache dei quotidiani cittadini.Forza Nuova e Fiamma Tricolore non sono altro che l’ultima e forse più becera espressione in una società dove la parola “sicurezza” è divenuta sinonimo di “stato di polizia” per combattere lo straniero di cui si ha paura. La loro retorica parla alla frustrazione della gente impoverita da anni di dissesto economico e dice che l’origine di tutti i mali derivino dagli immigrati. Immigrati da odiare e verso cui deviare la rabbia della gente dai veri responsabili della crisi economica, dovuta al crollo di un intero sistema finanziario e politico”.

A partire da queste considerazioni arriva una forte presa di posizione:”Noi rifiutiamo l’equazione immigrazione= criminalità. La micro-criminalità nasce dalla povertà e dalla disperazione: la causa non va cercata nei migranti ma nelle condizioni attuali della nostra società. Condanniamo nella maniera più assoluta il ricorso a qualsivoglia forma di ronda cittadina o giustizia privata e riteniamo che la sicurezza del territorio nasca dalla rivitalizzazione degli spazi sociali. Non accettiamo che simili personaggi, possano muoversi liberamente per la nostra città”.

La risposta è una serie di proposte concrete: “Per questo ci proponiamo di sottrarre all’abbandono e all’insicurezza le strade e le piazze di Saronno promuovendo spazi e momenti di aggregazione. Vi invitamo quindi a unirvi a noi in queste prime due occasioni: sabato 8 novembre dalle 20.30 “Sottopasso pedonale in piazza Rossa” Prendiamo un luogo simbolico per l’insicurezza saronnese; illuminiamolo, facciamoci una festa! Mostriamo che per rendere “sicuro” un luogo bastano gesti semplici come accendere una lampadina, non serve installare telecamere che riprendono il buio e trasmettono ulteriore insicurezza. Ci saranno musica, live painting, break dance e tanta gente simpatica”. C’è anche un secondo appuntamento: “Giovedì 13 novembre ritrovo alle 20 in piazza San Francesco “Biciclettata itinerante” perchè un parchetto dovrebbe far paura a qualcuno? Forse è la solitudine che spaventa. Facciamo una biciclettata, così che tutti vedano che le strade sono vissute da gente allegra e alla fine fermiamoci in un parchetto -il più buio e spaventoso che troviamo!- e beviamoci un the caldo o un vin brulè”.

(foto d’archivio: l’ultima iniziativa dell’assemblea antifascista)

25102014

13 Commenti

  1. Formazione di ronde??? non mi risulta che nessuna di queste associazioni abbia l’autorizzazione a formare ronde…sono illegali, punto, hanno voglia di dire…ah già, la legalità su misura.

    • Robin adesso ti rivolgi anche tu alla legalità??? Beh allora forse hai ragione a dire che la legalità è su misura…no perché non mi parevi così “giustizialista” quando si parlava dei telos…

  2. “La loro retorica parla alla frustrazione della gente impoverita da anni di dissesto economico e dice che l’origine di tutti i mali derivino dagli immigrati. Immigrati da odiare e verso cui deviare la rabbia della gente dai veri responsabili della crisi economica, dovuta al crollo di un intero sistema finanziario e politico”.

    Ok….invece l’assemblea antifascista ha tutte le soluzioni in mano???
    Oppure,peggio ancora,non percepisce il problema sicurezza in città????

  3. Premetto che con queste biciclette avete francamente rotto !
    Voi vi svegliate solo per contrastare quello che fanno gli altri partiti politici a voi opposti ? Prendere iniziative autonome ?
    Poi sempre con sta storia dell’antifascismo / antirazzismo… forse non vi siete accorti ma c’è da aver paura a girare per certe zone di Saronno e non perche ci saranno le ronde. Qui il razzismo è al contrario, sono gli italiani che devono avere paura !!!

  4. Bene, preso atto che la microcriminalità nasce dalla povertà e dalla disperazione (non sempre aggiungo io), una vs proposta concreta per contrastarla?

  5. Ahahahahahahahahah certo, basta accendere una lampadina, fare na pedalata, bere un po di te’ e po’ di vinbrule’, che tutto il degrado, la criminalità e la microcriminalità, sparisce. Ahahahahahahahahah. …Ma mi sa’ che questi organizzatori sono già partiti col vinbrule’. Ah, poi non dimentichiamo di aggiungere, che con questa festicciola, si riesce anche a dare casa, lavoro e da mangiare agli italiani, che sono in continuo aumento. Caspita, è fantastico, hanno trovato la soluzio per risolvere la fame e la disperazione che nei casi più estremi, dallo Stato di abbandono, arrivano tristemente all’estremo gesto dell’omicidio-suicidio, a cui questo disgraziato popolo Italiano è condannato. È fantastico. Grazie. Ahahahahahahahahah. … grazie.

    • Insomma Pino, non hai capito che il loro messaggio è: la soluzione a tutti i problemi è l’alcool?
      Del resto cosa vuoi aspettarti da un’assemblea che vuole combattere contro una cosa morta da soli 70 anni??

  6. la criminalitá nasce dalla disperazione…certo, ma non vale per quei giovanotti extracomunitari che fannulloneggiano tutto il giorno in zona stazione..questi spacciamo. Ma si…una bella biciclettata é proprio quello che ci vuole. Ma andé a ciapá i ratt

  7. Gente allegra il ciel l’aiuta
    Sulle ronde poi ci sputa.
    Basta andare in bicicletta
    Pe cercare qualche fetta
    Di salam sugli occhi imporre
    A chi sempre il rischio corre
    Di uno scippo o di un coltello
    Che ti tagli .. (rima censurata) sopra al collo
    Mentre ride il criminale
    Sia di fuori o nazionale
    Quando vedi che pedali
    Di Saronno per i viali
    E che quando sosti, olè!
    Gli offri anche un vin brulè!

  8. io dovrei uscire domenica 9 novembre verso le 21 potreste per favore organizzare un altra biciclettata cosi mi sento sicuro

  9. I miei nonni e mio padre erano poveri, ma non hanno mai commesso crimini (o micro-crimini, come ama chiamarli la sinistra pelosa).
    In biciletta ci andavano a lavorare, fino a Milano o a Varese, ma non andavano a rubare (o a micro-rubare , così capiscono anche i sinistri).

Comments are closed.