SARONNO Primo ko casalingo per gli amaretti di coach Volpicella che soccombono davanti al proprio pubblico contro la seconda della classe.

Settimana difficile per Rolfi e compagni che arrivano alla gara coi cerotti: Seregni, Tumiati, Vecchiato e Rolfi sono reduci da sindrome influenzale che si è diffusa nello spogliatoio varesino e Buratti non è ancora al meglio con la schiena. Scelte obbligate quindi per coach Volpicella che in posto 4 schiera Vecchiato al fianco di Ballerio, mentre in casa piemontese tutto è come da copione.

Dopo un avvio di studio in cui regna l’equilibrio (2-2, 4-4) Cafulli piazza il primo break per gli amaretti che volano sul 7-4 complice anche un ace di Ardu. Cortellazzi prova a guidare i suoi alla rimonta (10-7) ma è col servizio che Saronno mette in crisi Mondovì: il turno di Vecchiato vale il 14-8 con Ballerio che trasforma in oro ogni ricostruzione (16-9) e quando Buratti e Cafulli portano Saronno a +8 (20-12) il set sembra ormai in archivio.

Ardu e compagni commettono l’errore di abbassare le difese ed i piemontesi ne approfittano subito: entra Garello in battuta e semina il panico nella ricezione varesina piazzando due ace e mettendo in costante apprensione la seconda linea di Rolfi e Compagni (21-21).

Quando il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare ed è così che Vecchiato e Rolfi piazzano due muri decisivi che spezzano l’equilibrio in favore di Saronno (24-22) con Ballerio che fa esplodere il PalaDozio con l’attacco che vale il set (25-22).

Mondovì non è seconda in classifica per sbaglio e non si scompone nonostante il primo set sia andato a favore di Saronno; l’avvio è ancora in equilibrio (2-2, 3-3 6-6) con Ballerio che risponde in attacco a Manassero ed il muro di Rolfi replica quello di Longo (6-6).

Il primo strappo è degli ospiti con Cortellazzi che piazza due ace (6-8) Rolfi e Cafulli tengono sotto gli amaretti (8-9) ma Ghibaudo allunga nuovamente portando Mondovì a +3 (11-14).

Al secondo time out tecnico i piemontesi sono ancora avanti (14-16) ma uno scatenato Vecchiato ribalta il punteggio facendo volare Saronno a+2 (18-16); sale in cattedra il muro-difesa degli ospiti che ricuciono immediatamente il divario (19-19), Volpicella inserisce Cecchini per Buratti che si presenta subito con un muro (20-20).

Il finale del set si gioca punto a punto ma sul 23-23 il cambio palla di Ghibaudo ed un muro di Manassero regalano il set a Mondovì (23-25) e la partita è di nuovo in parità.

Qui di fatto finisce la partita di Saronno che subisce psicologicamente il colpo rientrando stremata nel terzo set: 2-4, 2-9, 4-12 con Volpicella costretto ad utilizzare entrambi i time out discrezionali. Mondovì ha il pallino del gioco e Saronno accusa il colpo soprattutto in ricezione, serve a poco anche l’ingresso di Seregni per Ballerio perché i piemontesi continuano a volare trascinati da Manassero e Ghibaudo (10-17, 12-19).

Cecchini (ottimo il suo ingresso) è l’ultimo a mollare (16-21) ma il set è ormai compromesso (17-25).

Nel quarto set Saronno prova a reagire ed un ace di Vecchiato ed un muro di Rolfi portano gli amaretti sul 2-0, Ballerio piazza il 4-2 ma Mondovì è squadra solida e grazie al muro riporta il punteggio in parità (5-5).

Al time out tecnico Saronno è di nuovo sotto, complice il turno di battuta di Longo (6-8) e di fatto alza bandiera bianca perche Manassero e compagni accelerano e non si fermano più: 7-11, 9-15, 10-17 con Cortellazzi che fa il bello ed il cattivo tempo.

Volpicella si gioca le ultime chance inserendo Seregni per Vecchiato ma non serve a nulla perché il match è ormai compromesso e gli amaretti non hanno più la forza di imbastire la rimonta (17-25).

È stata una partita non giocata al meglio da parte degli amaretti anche se è giusto riconoscere i propri meriti a Mondovì che ha dimostrato di essere una formazione solida, che può ambire ad una classifica di vertice. Per Rolfi e compagni sarà ora fondamentale recuperare le forze in vista dell’impegnativa trasferta in terra sarda, dove affronteranno la formazione della Pallavolo Cagliari che ha appena inserito nel proprio roster un pezzo da novanta come Cardona.

Commenta così a fine partita coach Volpicella:” Mondovì ha meritato la vittoria, tecnicamente e fisicamente si sono dimostrati più forti di noi, facendo della costanza un’eccellenza e sfruttando la loro fisicità a muro che gli ha permesso di contrattaccare molti più palloni di noi. Il loro cambio palla è stato molto più fluido del nostro e non posso nascondere che le nostre prestazioni individuali non sono state come in altre occasioni. È comunque inutile piangere sul latte versato, pensiamo ad allenarci bene questa settimana perché tra 7 giorni ci sarà da affrontare un’altra fondamentale tappa del nostro percorso in quel di Cagliari.”

29-11-14 PALLAVOLO SARONNO – VBC BRUNO RENT F.LLI MONDOVI 1-3 (25-22, 23-25, 17-25, 17-25)

Pallavolo Saronno: Ardu 5, Cafulli 14, Rolfi 9, Buratti 2, Vecchiato 12, Ballerio 10, Verga (L), Tescaro, Pizzolon, Cecchini 6, Seregni 2, n.e. Zollino (L2) Allenatori: Volpicella, Leidi

Vbc Bruno Rent f.lli Mondovì: Cortellazzi 5, Ghibaudo 17, Parusso 8, Longo 10, Manassero 16, Menardo 10, Cherasco (L), Garello 2, n.e. Mangano, Peluffo, Peirano. Allenatori: Barisciani, Rocca

30112014