lara comiSARONNO – “Il caso dei due marò diventa finalmente “europeo” grazie al voto a grande maggioranza del Parlamento europeo di oggi. Adesso l’Alto tappresentante Mogherini ha pieno mandato per fare tutto quanto è nelle sue possibilità per riportare a casa i nostri due militari”.

Lo ha dichiarato l’onorevole saronnese Lara Comi, vicepresidente del Gruppo Ppe al Parlamento europeo a margine del voto sul testo che chiede all’Europa di intervenire.

L’assemblea di Strasburgo ha votato oggi un testo congiunto di quasi tutti i gruppi politici nel quale si chiede in modo molto chiaro che l’Unione europea faccia tutto quanto in suo potere per risolvere il caso dei due militari italiani. La risoluzione chiede all’India di interrompere quella che è una violazione dei diritti umani e torni al rispetto delle convenzioni internazionali. L’Italia non ha mai chiesto all’Europa di intervenire in questa vicenda sottovalutando l’aiuto che l’Unione europea può apportare in un difficile negoziato con l’India. Con il voto su questa risoluzione, che per la prima volta impegna tutto il Parlamento europeo, finalmente cambiamo questa situazione. Non è tollerabile che i due marò non abbiano nemmeno un capo di imputazione dopo una assurda detenzione che dura ormai da anni. Finalmente l’Europa riconosce in concreto il principio secondo il quale i marò sono cittadini europei ed in quanto tali anche l’Unione europea deve mobilitarsi per risolvere il caso.

L’iniziativa odierna è partita dall’interrogazione promossa da Comi lo scorso dicembre, che aveva raccolto più di 90 firme da deputati europei di tutti i partiti e di tutte le nazionalità.

15012015

6 Commenti

  1. Anche i‪ Cocer‬ ‪#‎MarinaMilitare‬ si congratulano – Bene risoluzione per caso Fucilieri di Marina

  2. eccellente On Comi
    l’Europarlamento ha approvato, per acclamazione, una sua risoluzione che, per la prima volta con un documento ufficiale chiede il rimpatrio dei Fucilieri, un cambio di giurisdizione e un netto incoraggiamento all’Alto Rappresentante europeo Federica Mogherini a intraprendere tutte le misure necessarie al raggiungimento di una soluzione equa, rapida e soddisfacente.

  3. Un grazie all’impegno dell’On.le Lara Comi – Vicepresidente PPE al Parlamento Europeo! Il successo della sua iniziativa è esordito con il suo intervento alla Sessione Plenaria di Strasburgo il 16.12.2014 a favore dei due marò italiani Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, affermando che “si tratta di una gravissima violazione dei diritti umani”. Dopo questo intervento l’aula di Strasburgo ha applaudito le parole dell’on.le Lara Comi.
    https://www.youtube.com/watch?v=5Iml3ARGfpg
    Il 19.12.2014 l’On.le Lara Comi raccoglieva oltre 90 firme “bipartisan” di europarlamentari italiani, tedeschi, francesi, spagnoli, maltesi, rumeni, inglesi, greci e altri a sostegno di una Interrogazione con dibattito in Plenaria e successiva Risoluzione alla Commissione Europea.
    Il 13.01.2015 l’On.le Lara Comi interviene in Sessione Plenaria al PE di Strasburgo per richiamare l’attenzione dell’Europa anche sulla situazione della Libia e gli sbarchi irregolari in UE, facendo presente che dobbiamo aiutare questi popoli “all’interno del loro paese”.
    http://youtube.com/watch?v=6s57ZlqNOeM
    Il 14.01.2015 al Parlamento Europeo di Strasburgo si svolge il dibattito sui marò italiani, come da Interrogazione dell’On.le Lara Comi, che interviene come prima europarlamentare.
    https://www.youtube.com/watch?v=uN1kso4XMfo
    Il 15.01.2015 il Parlamento Europeo riunito in Sessione Plenaria a Strasburgo vota e approva per acclamazione la Risoluzione sui marò, in cui chiede, fra i vari punti il loro rimpatrio e un cambio di giurisdizione: si auspica che “la competenza giurisdizionale sia attribuita alle autorità italiane e/o un arbitraggio internazionale”.
    E’ merito dell’On.le Lara Comi che l’intera Unione Europea prende in carico per la prima volta il caso dei marò italiani!

Comments are closed.