polizia locale giorno pattuglia via carcano  (1)UBOLDO – Con tanto di cartellino di riconoscimento, uno sconosciuto ha cercato di raggirare una pensionata di Uboldo con la “solita scusa”: ha detto di essere un incaricato della ex municipalizzata Saronno servizi, che anche sul territorio uboldese gestisce la rete idrica. Ha riferito, con modi gentili ed all’apparenza estremamente professionali, che forse c’era dell’inquinamento nell’acqua e di essere andato a bussare alla casa della vecchina proprio per compiere degli accertamenti ai rubinetti. Storia già sentita tante volte, ma stavolta resa credibile proprio dal cartellino identificativo, comprensivo di fotografia, che l’uomo esibiva sul petto. Ha detto che effettivamente c’era del mercurio nell’acqua, ma che aveva uno strumento in grado di mettere le cose a posto con un “flash”, che però avrebbe potuto avere effetti deleteri su oro e argento. La proposta? Mettere tutti i valori nel congelatore del frigorifero. A quel punto la padrona di casa, già sospettosa, si è ricordata di aver letto di truffatori che agiscono a quel modo, s’è messa a gridare ed il malvivente è scappato, a mani vuote.

Vicenda accaduta lo scorso fine settimana, indagano le forze dell’ordine. Molti elementi fanno pensare possa trattarsi della stessa persona già entrata in azione di recente a Saronno, quando aveva tramortito la sua vittima con lo spray irritante.

22042015