SARONNO –  Martedì 14 giugno, alle ore 18,30, nella sede dell’Univa  si è svolta la cerimonia per  la consegna delle borse di studio e per il conferimento del “premio professionalità”, il più importante riconoscimento riservato ai lavoratori che si sono distinti nella loro carriera, raggiungendo alti livelli professionali e offrendo con questo un contributo alla comunità.

Il vincitore del 2016 che ha ricevuto il premio dal presidente del Rotary di Saronno, Tiziano Clerici è Ferdinando Cortese, primario di chirurgia dell’ospedale di Saronno. Cortese rappresenta l’eccellenza italiana nel lavoro, nella dedizione alla professione come fattore di crescita e servizio per la collettività, lasciando Napoli, sua città natale, appena laureatosi per recarsi a New York negli Stati Uniti per specializzarsi come chirurgo e una volta cquisite le nozioni più avanzate tornò in Italia, operando al Policlinico di Milano e all’Ospedale S. Anna di Como, oltre che tenendosi costantemente aggiornato negli ospedali St. Antoine e Beaujon di Parigi.

Giunto all’ospedale di Saronno nel 1978 ha percorso con continui successi tutte le tappe della carriera, da assistente, ad aiutante fino a diventare primario, proprio in quel reparto di chirurgia dedicato alla memoria del Gildo Rota Baldini, socio fondatore e presidente del Rotary Club di Saronno. Negli anni di New York conobbe una ragazza, Paola, che divenne sua moglie e con cui ha avuto tre figli, due maschi e una femmina, il minore dei quali prosegue la carriera di chirurgo a Madrid.

Anche il direttore generale dell’Asst Valle Olona, Giuseppe Brazzoli, giunto apposta per omaggiare il primario dell’ospedale di Saronno ha sottolineato l’eccellenza di questa figura professionale che da quasi quarant’anni opera nell’ospedale di Saronno.

Questo esempio di professionalità vuole essere un modello di riferimento per gli studenti e, inoltre, il luogo scelto per la cerimonia, la sede Univa, vuole sottolineare l’importanza del lavoro, svolto con dedizione, serietà e umanità, quale autentico fattore di progresso e di benessere.

Carlo Mazzola

18062016

1 commento

  1. Peccato che di queste figure all ospedale di SARONNO non ce ne siano più! Ora non è professionalità e dedizione: ora è solo politica e denaro!!

Comments are closed.