SARONNO – Trasferta nel comasco per gli attivisti del centro sociale Telos ed i loro simpatizzanti che per la mattinata odierna, sabato, dalle 10 hanno in programma un presidio ai cancelli della Rampinini, società di trasporti con la quale gli anarchici ce l’hanno perchè talvolta i suoi bus sono stati affittati dallo Stato per il trasferimento dei migranti.

L’iniziativa del Telos rientra nella tre giorni “Abbattere le frontiere” promossa dal centro sociale saronnese, che mercoledì ha occupato l’ex mutua di via Stampa Soncino, dove si tengono incontri e dibattiti a tema mentre venerdì c’è stato il doppio presidio davanti alle Poste, la mattina in via Manzoni con volantinaggio all’ingresso degli uffici centrali delle Pptt; il pomeriggio dalle 17, con qualche spinta fra manifestanti e forze dell’ordine, davanti agli uffici postali principali di via Varese. Protesta contro le Poste in quanto proprietarie della Mistral air, compagnia aerea a suo tempo fondata da Bud Spencer e poi comprata dalle Pptt, ed i cui aerei vengono noleggiati dallo Stato per l’espulsione dei clandestini.

17122016

5 Commenti

  1. Il Telossino vuole fare il proletario, poi va in giro con: sciarpa rossa, pugno chiuso e papà milionario!!!!!!

  2. Questi preferiscono importare clandestini piuttosto che difendere i confini?
    Anche TELOS nel business d’oro dell’accoglienza!
    Benissimo…

  3. Ma io mi chiedo, senza vena polemica, ma Al cittadino saronnese, va bene cosi? Avessero un iniziativa politica, si può parlarne, ma più che contestare e vandalizzare che fanno? I saronnesi muti?

    • Sono d’accordo con te, però purtroppo se usi le maniere forti contro questi rifiuti umani, ti danno solo del FASCISTA, e il paradosso è che chi ti da del FASCISTA, sfrutta tutto quello che il FASCISMO ha fatto di buono, tipo l’assistenza sanitaria, case popolari, pensione sociale, ecc, però poi si dichiara ANTIFASCISTA!!!!!!

Comments are closed.