SARONNO – “Europa cattiva? Non sempre! Dal 15 giugno prossimo si potrà telefonare, mandare sms e navigare su internet via cellulare in tutta Europa senza nessun costo aggiuntivo. Una battaglia che ho sempre portato avanti e che ora vede finalmente la sua realizzazione. Avanti così! Con la votazione di giovedì i deputati hanno rimosso l’ultimo ostacolo sulla via della totale abolizione dei costi del “roaming” per la telefonia mobile”.

Così Lara Comi saronnese ed eurodeputata del Parlamento europeo commenta la novità del mondo della telefonia che sarà attiva da metà giugno. In sostanza l’abolizione del sovrapprezzo per le comunicazioni in roaming, programmata per il 15 giugno 2017, consentirà ai consumatori di telefonare, inviare messaggi e utilizzare dati della rete mobile mentre si trovano in altri Stati dell’UE senza pagare tariffe aggiuntive.

Il Parlamento ha rimosso l’ultimo ostacolo stabilendo limiti ai prezzi all’ingrosso dell’uso della telefonia mobile, approvando un accordo informale con il Consiglio con 549 voti favorevoli 27 voti contrari e 50 astensioni.

09042017

10 Commenti

  1. Questa volta Comi ha ragione da vendere. L’Unione non è solo Roaming. E’ voli aerei a basso costo grazie alla concorrenza che ha introdotto nel mercato europeo. E’ diritto di recesso nei contratti. E tanto altro ancora.
    Chi si sente europeo si dia da fare per smentire colpo su colpo la massa di fesserie che vengono dette sull’Unione Europea, la più grande innovazione geo-politica del dopoguerra.
    I populisti fanfaroni a cui non sta bene l’Europa possono sempre traslocare a Mosca o a Istanbul.

    • Confermo e condivido. Inoltre lavorare con paesi dell’UE è burocraticamente molto più semplice. Molte persone parlano per luoghi comuni ma non si rendono conto dei tanti vantaggi di avere un’Europa unita e spero ancora più forte.

      • a proposito di luoghi comuni chissà se oltre a elogiare le proprie posizioni ci si è accorti che nessun partito o movimento politico italiano vuole uscire dall’europa. O vi affidate ancora ai giornali?

  2. anche lei Comi, per come la mette (L’Europa non è sempre cattiva) è una portatrice sana di antieuropeismo e di un pensiero debole
    e’ l’Europa che è stata cattiva? Draghi che compra BTP è cattivo? o è l’Italia che è cattiva con sé stessa? corruzione, quarant’anni di Debito fuori controllo, baby pensioni, scambi tra voto e spesa pubblica, conflitti d’interesse e legislazioni buttate via a fare leggi ad personam (non le ricordano queste due cose un suo caro amico-protettore su cui lei tace?)
    lei sembra davvero impegnarsi a Bruxelles, usi però parole giuste: l’Unione Europea si ritrova sul groppone un paese disordinato, emotivo, furbacchione e deve fargli capire di rispettare le regole; la cattiveria qui non c’entra niente

    • concordo su tutto, tranne che sul passaggio delle leggi ad personam rivolto ad un solo personaggio… è un difetto storico di tutti i partiti e di tutti i primi ministri e sull’argomento potremmo aprire un libro infinito anche riguardo alcune leggi della pseudo-sinistra italiana.

  3. Panem et circenses (letteralmente «pane e [giochi] circensi») è una locuzione latina piuttosto nota e spesso citata, usata nell’antica Roma e al giorno d’oggi per indicare in sintesi le aspirazioni della plebe (nella Roma di età imperiale) o della piccola borghesia, o d’altro canto in riferimento a metodi politici bassamente demagogici.

    Contrariamente all’opinione comune, questa frase non è frutto della fantasia popolare, ma è da attribuirsi al poeta latino Giovenale:

    (LA)
    « […] [populus] duas tantum res anxius optat
    panem et circenses »
    (IT)
    « […] [il popolo] due sole cose ansiosamente desidera:
    pane e giochi circensi »
    (Giovenale, Satira X[2])

    Non c’è bisogno di aggiungere alcun ulteriore commento a quanto si trova scritto su wikipedia, se non che oggi la frase potrebbe essere:

    …due sole cose ansiosamente desidera: chattare e giocare in banda larga sul cellulare…
    Ieri si diceva: vogliono il popolo bue… oggi si direbbe che vogliono il popolo lobotomizzato dal cellulare.

    L’Europa non è più buona, ma sta applicando una cattiva regola scritta 2000 anni fa.

    • molti usano il cellulare in giro per l’Europa per lavorare!
      Se ho capito il fine del tuo commento (perché qualche difficoltà la si incontra) è un commento fuori dai tempi e dal mondo…GAME OVER Giovenale.

  4. l’europa e’ soprattutto buona quando assume anche le mamme,,,dei parlamentari europei.

Comments are closed.