SARONNO – Sabato 1 aprile al Museo della Ceramica G. Gianetti si è inaugurata la 4^ edizione del concorso biennale per artisti CoffeeBreak.museum.

Durante la serata sono stati annunciati i 3 vincitori e le menzioni speciali attribuite dalle collaborazioni della presente edizione. L’artista vincitrice del concorso, che ha ottenuto il punteggio più alto è Chiara Ricardi, nata a Milano nel 1969 seguita dal giovanissimo Qi Ji e Samuele Bonomi. Le opere di tutti e tre i vincitori sono esposte nelle sale del museo fino al 29 aprile.

Il lavoro presentato dalla Ricardi, che è stato votato da tutta la giuria per la ricerca e qualità formale, si intitola “Homage to Haeckel” ed è una Wunderkammer di dimensioni variabili, costituita da piccole sculture biomorfe di porcellana custodita all’interno di piccole campane di vetro. Le porcellane evocano immaginari organismi marini, simili ai radiolari e alle diatomee, ai quali rimandano non solo per forma e struttura geometrica ma anche per il materiale da cui sono costituite. Le sculture sono suddivise in serie di differenti specie.

Le menzioni speciali della Galleria Melesi e dello spazio MCZ box del Museo Zauli sono state attribuite a Samuele Bonomi, mentre quella del Museo Alessi a Qi Ji. I Vasi non vasi di Bonomi colpiscono la giuria per la raffinatezza e cura dei pezzi e dal suo essere padrone della tecnica del mosaico e del collage. Il lavoro di Qi Ji dal titolo “Grande unità (Da tong)”, composto da 90 pezzi, è stato realizzato con un’antica tecnica cinese che rende molto fragili i pezzi destinandoli a tornare polvere.
La quarta edizione ha visto un incremento dei partecipanti, per lo più di origine e residenza italiana.

Oltre alle opere dei vincitori, in concomitanza con la settimana del Salone del Mobile, sono esposti alcuni prototipi d’autore del Museo ALESSI e le opere di Kazumasa Mizokami che attraverso la sua poetica ed i suoi lavori è l’ospite d’onore della 4^ edizione del concorso.

Il museo per tutto il mese di aprile, estende l’orario di apertura dalle 10 alle 18 nelle giornate di martedì e giovedì, in modo che il visitatore possa prendere la propria pausa caffè immerso in un luogo culturale.

A mostra conclusa gli artisti doneranno al Museo una loro opera tra quelle esposte, che entrerà a far parte della “Collezione di ceramiche contemporanee” del museo, e che verrà esposta in seguito presso alcune prestigiose sedi della Città di Saronno.

Diversi gli eventi in programma:

– Laboratorio “dipingi la tazzina”. Durante l’orario d’apertura sarà possibile dipingere a freddo la propria tazzina di caffè
– Venerdì 21 aprile ore 21: serata gratuita di lettura ed esposizione MailArt a tema coffeebreak

Dal 1 al 29 aprile 2017, martedì e giovedì dalle 10 alle 18, sabato dalle 15 alle 19. Chiuso sabato 15 e martedì 25 aprile. Ingresso  3 euro con caffè offerto. Martedì, giovedì e sabato laboratorio “dipingi la tazzina” 5 euro.

09042017