SARONNO – “Il sindaco Alessandro Fagioli abbia rispetto dei cittadini saronnesi del comitato “Uniti per Grandi e Battisti”. Dopo l’assetto militare in consiglio comunale con loro presenti, dopo averli chiamati a parlare quando non erano presenti ecco arrivare un nuovo gesto che lascia davvero perplessi: ha dato loro appuntamento in Municipio ma alla riunione non c’era”. Decisamente critico Luciano Silighini Garagnani della movimento “L’Italia che verrà” nei confronti del primo cittadino saronnese, dopo la sua mancata partecipazione all’incontro di ieri con i rappresentanti del comitato.

Non mi riesco a spiegare il comportamento del sindaco di Saronno” dice Silighini. La questione è quella del progetto comunale per la realizzazione di un nuovo campo nomadi, come location era stata prevista quella di un terreno comunale fra via Grandi e via Battisti, che però sono zone residenziali di villette. Quindi la “sollevazione” dei residenti, e la richiesta del comitato di incontrare il sindaco per proseguire il confronto avviato in passato.

(foto archivio: Silighini in via Battisti)

27072018

7 Commenti

  1. capire come ragiona questo sindaco é sempre un bel problema ed il gran caldo non aiuta.

  2. A Saronno ha vinto la Lega. Maggioranza bulgara. Il sindaco dà assessori a tutti, anche a chi era all’opposizione, solo il vicesindaco-assessorato al bilancio della Lega. Con i nomadi politica di sinistra, non certo della Lega. Mah!!!!

  3. Silighini prossimo sindaco di Saronno. Solo così possiamo uscire da questo incubo.

    • certo, se cambiate la legge e i voti x Silighini vengono moltiplicati x 20 (no, anche così non bastano)

Comments are closed.