Home ilSaronnese Gerenzano Polemica terreni Fontanile: “Si dimette solo chi ha la coda di paglia!”

Polemica terreni Fontanile: “Si dimette solo chi ha la coda di paglia!”

327
0

GERENZANO – Macchè dimissioni, Cristiano Borghi, capogruppo dell’omonima lista d’opposizione, replica alla maggioranza, che ne ha chiesto “la testa”. “Si dimette solo chi ha la coda di paglia!”, così Borghi intitola il comunicato diffuso sui social network.

Cari gerenzanesi, non voglio e non posso dimettermi proprio perchè non c’è stato nessun favoritismo. Mi riferisco agli articoli nei quali il gruppo consiliare di maggioranza ha chiesto le mie dimissioni per aver favorito l’acquisizione di alcuni terreni dell’area del Parco del Fontanile di proprietà dei miei parenti stretti. A fronte delle accuse ricevute, dopo ben 10 anni, mi chiedo se sia stato visionato completamente il progetto che comprendeva la riqualificazione del Parco del Fontanile e l’acquisizione dei relativi terreni oppure siano illazioni del tutto gratuite ed infondate, al solo scopo di screditarmi e colpire chi fa un’opposizione pungente e scomoda.

A sostegno della mia estraneità ai fatti contestati, vi invito a richiedere tramite accesso civico la documentazione inerente al progetto di riqualificazione del Parco del Fontanile. In particolare il progetto protocollato il 18 marzo 2008, numero 7238, tavola 4 planimetria generale paesaggistica, allegato N, deliberazione 30 della Giunta municipale del 28 marzo 2009. Infine, rivolgendomi al gruppo di maggioranza che ha sottoscritto il comunicato stampa, chiedo, qualora fosse in possesso di elementi tali da dimostrare l’accusa, di procedere alla denuncia alla magistratura, unitamente ai tecnici comunali e a tutti i componenti della giunta che hanno partecipato all’approvazione del progetto. Viste le pesanti accuse diffamatorie nei miei confronti, esorto l’attuale maggioranza a dimostrare la sottoscrizione del comunicato, da parte di tutto il loro gruppo consiliare, tenendo conto che ci sono tutti i presupposti per una denuncia per diffamazione e calunnia, dopo aver ricevuto dal Comune le risposte alle mie richieste di documentazione del 11 e 18 dicembre. Quando ci verrà finalmente consegnata dall’amministrazione comunale tutta la documentazione richiesta, risponderemo con gli atti e non con le chiacchiere alle false e pesanti accuse rivoltemi“.

20122018